Negli ultimi anni la cucina ha subito numerosissime trasformazioni in tutto il mondo arrivando ad essere una vera e propria arte acclamata nei locali, per strada e in televisione. Panini gourmet, pizza all’acqua di mare e grande attenzione al benessere sono solo alcune delle principali tendenze gastronomiche dell’anno appena iniziato, food trend individuati da Yelp a Milano, Roma, Napoli e Firenze. Ma che cosa mangeremo nel 2016? E’ stato proprio Yelp, lo specialista nella ricerca delle migliori attività commerciali su base locale, a chiederlo alle sue attive community di Milano, Roma, Napoli e Firenze, individuando così i trend che guideranno le scelte degli italiani in fatto di cibo e ristorazione.

Nel 2016 l’interesse per la cucina gourmet accomunerà i buongustai di tutta la penisola, da nord a sud senza distinzione: in particolare, risulterà vincente la scelta di abbinare ricette elaborate, presentazioni d’impatto e ingredienti di prima qualità “all’arte bianca”, nobilitando cibi di per sé semplici: a Roma e Milano arriveranno panini e toast gourmet, mentre le pizze, caratterizzate da farciture che vanno dalla crema di cipolle caramellate ai salumi di nero casertano, andranno per la maggiore a Firenze e a Napoli.

Un’altra tendenza emersa dalla ricerca di Yelp riguarda Centro e sud, uniti dal crescente interesse per cibi salutari e biologici, tendenza che a breve potrà contare su un vero esercito di sostenitori anche a Roma e Napoli. Nelle due città, infatti, cresceranno le ricerche di bar e ristoranti che hanno messo al bando OGM, coloranti e additivi chimici per puntare su prodotti genuini e sani. Foodie partenopei e romani condividono anche la voglia di incontrarsi per un brindisi in un cocktail bar per gustare miscele classiche o rivisitate con un pizzico di eccentricità, magari ordinando una tequila al peperone o un analcolico con finocchio e pompelmo.

Dall’analisi di Yelp, oltre a punti d’incontro tra i gusti delle maggiori città italiane, sono emerse anche alcune curiosità che caratterizzano le singole località prese in esame. A Milano, ad esempio, spopoleranno i food truck, camioncini che preparano al momento sfiziosità di strada, ideali per un goloso spuntino di mezzanotte o per rifocillarsi durante lo shopping. I napoletani rimarranno invece fedeli alla pizza e si lasceranno incuriosire dalla variante preparata con acqua di mare, assaggiando così un impasto più soffice, leggero e digeribile rispetto a quello tradizionale. A Firenze all’ora dell’aperitivo le tapas non avranno rivali, soprattutto se verranno preparate con prodotti locali o sapranno stupire anche i palati più ricercati con abbinamenti inaspettati. Infine, nella capitale saranno “sulla bocca” di tutti i ristoranti specializzati in burger o aragosta, che puntano a soddisfare i carnivori e gli amanti del pesce con proposte gustose e originali, tutt’altro che “monotematiche”.