Nel futuro sarà possibile viaggiare a consumo nullo e con un impatto ambientale prossimo a zero, il tutto grazie alle energie rinnovabili, nello specifico al fotovoltaico.

Il futuro potrebbe infatti segnare un imprevisto ritorno in voga dei dirigibili, uniti alle più moderne tecnologie fotovoltaiche, rivoluzionando i viaggi aerei.

Il progetto che segue la realizzazione di questa tecnologia si chiama MAAT (Multibody Advanced Airship for Transport), ed è condotto da aziende e Università inglesi, belghe, portoghesi, russe, tedesche e uruguayane.

In Italia, il MAAT è seguito con molto interesse dall’Università di Modena e Reggio Emilia.

Le caratteristiche tecniche attese, sono le seguenti:

* Massima velocità (400 km/h in favore di vento);

* Velocità di crociera

1. 100 km/h con spostamenti in direzione est-ovest;

2. 300 km/h con spostamenti in direzione ovest-est;

3. Tempo di salita e discesa dei feeder (15 km) circa un’ora;

4. Massima tangenza operativa (18 km);

5. Quota operativa prevista (11/16 km);

* Hub AHA implementabili in qualsiasi centro urbano, possibilmente in prossimità di snodi intermodali di trasporto;

* Consumo: nullo.

Viaggiare con il sistema del fotovoltaico implicherebbe la possibilità di risparmiare molto sul costo del viaggio ma soprattutto di viaggiare a impatto zero sull’ambiente che viste le urgenze che si riscontrano in questi anni in materia di inquinamento è certamente di fondamentale importanza.