Oggi, 27 settembre, si celebra la Giornata mondiale del turismo (WTD), ricorrenza istituita nel 1980 dall’Organizzazione Mondiale del Turismo, l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa della promozione e sviluppo del turismo sostenibile, per commemorare la data di adozione dello suo statuto (27 settembre 1970).

In occasione delle celebrazioni , di anno in anno viene scelto un tema differente. Per l’edizione 2014 della Giornata Mondiale del Turismo si è scelto un tema che metta in luce “il potenziale del turismo nell’offrire nuove opportunità  socio-economiche e migliorare le condizione di vita delle comunità di tutto il mondo”, ha spiegato Taleb Rifai, segretario generale della Omt. “Il turismo è un’attività economica che si sostiene nelle persone, costruita sull’interazione sociale, e in questo senso – sottolinea ancora Taleb Rifai nel suo messaggio ufficiale per il World Tourism Day 2014 – può prosperare solo se si integra con la popolazione local,e incoraggiando valori sociali come la partecipazione, l’istruzione e il miglioramento della governance locale. Allo stesso tempo, non ci può essere vero sviluppo del turismo se tale sviluppo danneggi in qualsiasi modo i valori e la cultura delle comunità ospitanti o se i benefici socio-economici generati dal settore turistico non siano ricondotti al livello di comunità”. Turismo e sviluppo comunitario divengono quindi le parole chiave attorno cui si sviluppa la giornata odierna: un’occasione unica per promuovere lo sviluppo economico delle comunità attraverso lo sviluppo del turismo sostenibile e responsabilizzare gli individui e le comunità di tutto il mondo affinché il turismo possa rappresentare un passo fondamentale per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e dei nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile post 2015.

Ogni volta che viaggiamo, utilizziamo il trasporto locale o acquistiamo prodotti da un mercato locale, stiamo contribuendo a una lunga catena di valore che crea posti di lavoro, fornisce mezzi di sussistenza, aiuta le comunità locali, e porta infine a nuove opportunità per un futuro migliore” ha spiegato Taleb Rifai.

E’ dunque necessario sensibilizzare la comunità internazionale sull’importanza del turismo e del suo valore sociale, politico ed economico: da anni l’Onu è impegnato nella promozione e nello sviluppo del turismo, allo scopo di contribuire allo sviluppo economico, alla comprensione internazionale, alla pace, alla prosperità così come al rispetto universale ed all’osservanza dei diritti umani e delle libertà fondamentali, senza distinzioni di razza, sesso, lingua o religione e nello sviluppo di un turismo responsabile, sostenibile e accessibile per tutti. Promuovendo, inoltre, il rispetto del Codice Mondiale di Etica del Turismo si impegna a garantire che i paesi membri, le destinazioni turistiche e le imprese, massimizzino gli effetti economici sociali e culturali positivi del turismo, riducendo allo stesso tempo al minimo gli impatti ambientali e sociali negativi.

La location d’eccezione scelta per la Giornata Mondiale del Turismo 2014 è Guadalajara, in Messico. Dichiarata Capitale della Cultura Americana nel 2005, la città diede i natali a Gael García Bernal, l’attore che ha impersonato il Che ne “I diari della motocicletta”, ma è anche sede del museo di scienze ambientali che ospitò, nel 2008, l’evento in cui i rappresentanti delle più grandi metropoli di tutto il mondo si incontrarono per mettere a confronto le rispettive esperienze in tema di sviluppo sostenibile.

Ancora una volta quindi, a distanza di anni, l’invito è quello di condividere la propria giornata del turismo: come la si vive, cosa si fa, quali sono i modi per celebrarla, e lo si può fare sia attraverso Facebook, dalla pagina WTD dedicata, che unendosi alla conversazione su twitter #WTD2014, condividendo i propri pensieri ed esperienze con la comunità globale.

Nella pagina dedicata alle celebrazioni è inoltre possibile scoprire tutte gli eventi organizzati nel mondo per celebrare la Giornata Mondiale del Turismo 2014. Per quanto riguarda il nostro Paese, l’Italia è presente con Parma, per cui la giornata del turismo si lega all’evento “il Salone del Camper”; a Roma, invece, i Musei Vaticani propongono due giorni di ingressi gratuiti per tutti, dalle 9.00 alle 18.00, mentre nel capoluogo lombardo, Almostthere, in collaborazione con il Tourism and City Marketing Department del Comune di Milano, propone la prima “Corri al Museo”: una corsa podistica non competitiva a ritmo guidato, che si propone di far conoscere, lungo un suggestivo percorso di 5,3 km, tutti i più bei musei della città.