Il nuovo trend del turismo cerca di mettere d’accordo tutti – visitatori e abitanti del luogo, adulti e bambini, turismo ricco ma anche chi non può permettersi di viaggiare – creando cioè delle occasioni che possano accomunare ogni tipologia, o forse riqualificando il concetto di gita, estendendolo a quello di viaggio certamente più settoriale.

Non importa, perché il risultato non cambia e chi vi si dedica – a quello che viene definito “trekking urbano” ma che sceglie i numerosi e ben più riposanti borghi sparsi su tutto il territorio nazionale come meta da conoscere, semplicemente passeggiando – oltre a scoprire con sorpresa le immense risorse e le bellezze che offre il proprio paese, si concede qualche giorno di benessere, visto che l’attività fisica apporta al nostro corpo quella dose di salute, che un quotidiano, più spesso sedentario, invece nega.

Eppure anche in una città come Bari – ma le iniziative coinvolgono anche città come Siena, Roma, Firenze – ha preso piede la tendenza per questa attività, che vede riunire nella Sala Murat tutti colori che aderiscono a questo week end organizzato, dove verranno letti alcuni capitoli letterari sui 150 anni della storia dell’unità d’Italia.

Dopo questa “partenza culturale” comincerà una vera e propria escursione attraverso i luoghi storici della città, come la Prefettura e l’opera scultorea dedicata al musicista Niccolò Piccinni, ma sarà presso il palazzo del marchese Diana, con uno spettacolo teatrale che avrà come sottofondo composizioni dell’800, che si concluderà questa giornata.