Il tema dell’ecologia è da diverso tempo all’ordine del giorno. Il riciclo e l’attenzione agli sprechi sono diventati dei dogmi imprescindibili per chiunque abbia a cuore il futuro del nostro bel pianeta.

Ma non sempre è stato così. Anzi, per lunghi anni la gente ha scaricato la propria immondizia nei luoghi più impensabili, rischiando di rovinare dei bellissimi paesaggi.Fortunatamente, però, anche dove l’uomo ha fatto i danni più gravi la natura ha sempre posto un qualche rimedio, come è successo in quella che oggi si chiama Glass Beach, nello Stato della California.

La spiaggia è stata usata come una vera e propria discarica fino agli anni ’60, e qui è stato scaricato veramente di tutto: da elettrodomestici in disuso a carcasse di automobili, che venivano buttati dalla scogliera al di sopra della spiaggia.

Furono le autorità ad interrompere questa barbara pratica e ripulirono la spiaggia dai rifiuti più grandi. Al resto ci ha pensato l’oceano: nei decenni successivi le onde, con la loro azione, hanno ridotto il vetro rimanente in piccoli e colorati sassi di diverso colore, che ora ricoprono tutta la superficie della spiaggia.

Sembra quasi una gioielleria a cielo aperto per i bellissimi riflessi che il sole crea su queste piccole pietre, uno scenario che ogni anno richiama migliaia di turisti.