Quando si parla di viaggi nel mar dei Caraibi si resta sempre colpiti e soddisfatti. La Guadalupa è una delle isole piu incantevoli dei Caraibi e meta ideale per un viaggio all’ insegna dell’ intimità.

Guadalupa è ormai diventata un vero e proprio dipartimento d’oltremare francese e lo manifesta in molti aspetti della cultura. Ad affascinare i turisti sono gli spettacolari paesaggi naturali che difficilmente abbandonano la memoria di chi li ha vissuti. Affascinante è la forma dell’ isola di Guadalupa, molto simile a quella di una farfalla con le due ali però decisamente diverse per caratteristiche e paesaggi. In effetti possiamo dire che la Guadalupa sia divisa in due zone, la Grande Terre e la Basse Terre entrambe meravigliose e meritevoli di essere scoperte. Le spiagge e la vegetazione, nonchè il bellissimo mare sono cio che più attira. E’ chiaro che a queste latitudini si viene soprattutto per mare e sole. Il clima è tropicale mitigato alle altitudini maggiori e determinato dall’ Aliseo. La temperatura oscilla tra i 18 C e i 33 C con una media annua di 25 C, comunque non fa mai troppo caldo perchè i venti rinfrescano costantemente l’ aria.

BASSE TERRE
L’ isola occidentale Basse Terre è la più montuosa è ha una particolare forma ovale leggeremente allungata. Si tratta della zona più selvaggia un pò umida eccezzion fatta per la costa sud-occidentale. E’ anche il regno incontrastato dalla foresta tropicale un tempo impenetrabile e dalle vaste piantagioni di banani.
GRANDE TERRE
L’ isola orientale Grande Terre è invece pianneggiante e ricca di coltivazioni di canna da zucchero dove una volta si trovava la savana. Lungo la costa meridionale si susseguono le spiagge di sabbia fino al promontorio roccioso di Pont Des Chateaux.

Caratteristiche naturali
La vegetazione antillana è molto varia e spettacolare e grazie al clima le piante rimangono verdi durante tutto il corso dell’anno e la fioritura e praticamente continua, soprattutto nella vulcanica Basse Terre.
Oltre all’ albero del pane, alle acacie e ai cactus sono presenti numerose altre specie che producono mango, papaya, guayava, cacao e tamarindo. Tra i fiori più diffusi vi sono le orchidee le buganville e gli ibischi che potrebbero essere considerati il simbolo dell’ isola. Ricchissima è anche la fauna marina con pesci e crostacei dai colori straordinari oltre ovviamente ai coralli.
Da notare anche che si parla molto il patois, un dialetto creolo francese che spesso tradisce perchè l’ intonazione è tipica dei nostri cugini transalpini ma significati e parole sono ben diversi.