Storia, splendidi panorami e luoghi ricchi di fascino e di arte fanno dell’Austria una delle nazioni più belle, incantevoli e importanti dell’Europa. Questa magnifica terra che confina a nord con la Repubblica Ceca, a nord-ovest con la Germania, a est con la Slovacchia e l’Ungheria, a sud con l’Italia e la Slovenia e a ovest con la Svizzera e il Liechtenstein, ha una conformazione geografica che ricoperta in gran parte di catene montuose e la maggior parte del territorio del paese è compreso nel bacino del fiume Danubio. Di grande importanza è soprattutto il turismo estivo, sviluppato specialmente nelle località dei laghi carinziani e salisburghesi. In questa breve guida turistica dell’Austria troverete i luoghi e le attrattive da non perdere.

Guida turistica dell’Austria: le montagne

Le principali catene montuose che sovrastano il territorio austriaco sono le Alpi Venoste e a nord le Alpi Noriche, le alpi Salisburghesi e Alti Tauri con la vetta più alta del paese, il Großglockner. Le prime si trovano a cavallo del confine tra l’Italia e l’Austria, estendendosi dal passo di Resia fino al passo del Rombo. Le Alpi Venoste sono attraversate da numerose valli strette e profonde, tra le quali la Val Senales, la valle del Rio Carlino, la valle del rio Puni e quella del rio Saldura. Tra queste splendide vette montuose è situata la Carinzia, il più meridionale dei nove stati dell’Austria, che consiste principalmente di un bacino all’interno delle Alpi, nel quale le Alpi Carniche delimitano il confine meridionale con l’Italia e la Slovenia. Di grande importanza è anche il Großglockner, la vetta più elevata dell’Austria con i suoi 3.798 metri di altezza. Situato al confine fra la Carinzia e il Tirolo orientale è la vetta più alta del massiccio chiamato Gruppo del Glockner che si trova sul versante principale degli Alti Tauri e, storicamente, fu visitato anche dall’imperatrice Sissi insieme al marito l’imperatore Francesco Giuseppe d’Austria durante il loro viaggio in Carinzia del settembre del 1856. Proprio grazie a questa posizione sulle Alpi, l’attività sportiva più diffusa in Austria è lo sci alpino e il paese vanta molti grandi campioni di questa specialità. Anche altre discipline degli sport invernali hanno grande seguito e tradizione in Austria e tra queste sono da ricordare il salto con gli sci, la combinata nordica e lo snowboard. Alcune delle stazioni sciistiche più rinomate dell’intero paese si trovano proprio in Carinzia nel Passo di Pramollo.

Guida turistica dell’Austria: i laghi

Proprio nella già citata Carinzia sorgono i più bei laghi di tutta l’Austria. Splendidi specchi d’acqua che delimitano il confine della zona sono il motivo principale per cui numerosissimi turisti ogni anno si recano in questa terra magnifica dell’Austria. La Carinzia, conosciuta proprio per i suoi magnifici laghi e per essere attraversata dal fiume Drava, ospita laghi come il Wörther See, che si snoda con forma allungata per 16,5 km tra Villaco e Klagenfurt, Ossiacher See, il terzo lago più grande della Carinzia, Millstaetter See, situato ad est di Spittal con una lunghezza di 11,8 km, e il Faaker See, situato nelle vicinanze di Villaco, tra la Drava e le Caravanche, di forma rotondeggiante, con un’isola al centro. Tanti, però, sono anche i laghi dell’Alta Austria come il Traunsee, lago interamente circondato da monti, il Wolfgangsee, che si trova a cavallo del territorio di Salisburgo e quello della regione di Salzkammergut, e il Lago di Hallstatt, situato ai piedi dei monti del Dachstein e formato dal fiume Traun, un affluente del Danubio.