La città di Santhià in provincia di Vercelli offre uno dei Carnevali più antichi d’Italia, famoso per la pittoresca grande fagiolata, fiore all’occhiello e tratto distintivo della manifestazione (per info su altre tradizioni pittoresche in Italia cliccate qui). Il 25 febbraio inizia ufficialmente il Carnevale di Santhià e dalle 5 del mattino i Pifferai iniziano a sfilare e a annunciare l’evento. Lunedì 3 marzo si aprono le botteghe e si iniziano a cucinare i fagioli. Vengono preparate ben 150 caldaie di rame per cucinare nell’antico modo i legumi. 50 fuochisti vengono ingaggiati per l’evento e per tenere sotto controllo i fuochi.

A mezzogiorno, dopo la benedizione del parroco, nella Piazza cittadina vengono allestite delle immense tavolate dove i paesani pososno gustare assieme i fagioli cotti durante la mattinata assieme a pane, salame, e del buon vino. La popolazione dell’intera provincia prende parte a questo avvenimento e si delizia con una scorpacciata di fagioli, usanze che risale al XIV secolo. 300 camerieri servono i tavoli dove vengono preparati più di 20000 piatti che in pochi minuti spariscono dalla tavolata. Questo Carnevale è un ottima occasione per rituffarsi nelle antiche tradizioni piemontesi e italiche che spesso vengono dimenticate.

La Valle d’Aosta offre nella cittadina di Verrès uno dei Carnevali storici più antichi d’Italia, con serate che si chiudono con danze medievali e cene al castello.  Dal 1 al 4 marzo si potrà commemorare il gesto di una nobildonna, Caterina di Challant che nel 1450 partecipò assieme al marito a delle danze nella piazza principale della città, ballando con i giovani del popolo senza pensare alla differenza di rango. Paesani vestiti da nobili e da popolani ballano infatti in piazza e cenano nel castello, proprio per ricordare l’evento (per info su altri Carnevali storici cliccate qui).

A Livigno il Carnevale inizia il 1 marzo e finisce l’8.  Per l’occasione la località famosa per le sue piste da sci si trasforma radicalmente e al bianco della neve si aggiungono i colori delle varie maschere Carnevalesche. Le strade si riempiono infatti di bambini e adulti in festa e le 4 contrade cittadine, Truzz, Rane, Spazzon e Trepall si sfideranno per aggiudicarsi l’ambito Trofeo delle Contrade (per info su altri Carnevali in Italia cliccate qui).

photo credit: Alex Scarcella :: http://www.ccworld.it/ via photopin cc