Chiacchierare in ufficio dopo il rientro dalle vacanze costa tempo e denaro.

E’ quanto emerge da una ricerca condotta da Lastminute.com, il portale dedicato ai viaggi, che ha stimato quanto costi alle aziende questa voglia di condividere le proprie esperienze vacanziere: 83 milioni di euro è l’astronomico totale che è risultato dalla ricerca.

Questo risultato si è raggiunto considerando che gli italiani trascorrono in media 21 minuti a raccontare ai colleghi delle loro passate vacanze.

Questo fenomeno è, oseremmo dire, internazionale e infatti la ricerca ha coinvolto viaggiatori, provenienti da diversi paesi europei come Inghilterra, Irlanda, Francia, Germania, Spagna, Italia e Norvegia.

Primi in classifica, stranamente, non sono gli italiani, che pure sono noti per la loro voglia di chiacchierare, bensì gli irlandesi che passano ben 26 minuti a ricordare i loro viaggi, seguiti poi da tedeschi (25 minuti) e  svedesi (23 minuti).

Italiani al quinto posto insieme ai nordici  danesi con appena 21 minuti. Virtuosi o più propensi a scambiare questo tipo di informazioni su Facebook?

Non si sa, ad ogni modo occhio a scambiare le classiche quattro chiacchiere con i colleghi una volta tornati dalle vacanze, non appena la notizia si sarà diffusa i datori di lavoro saranno certamente molto attenti a quanto ci si disperderà i chiacchiere facili da rientro e sapranno anche quantificare i danni arrecati.

Forse un po’ esagerato!