Cari studenti addrizzate le antenne: durante l’estate, in cui si è in pausa, dagli esami e dalle lezioni, è possibile coniugare l’utile al dilettevole e quindi viaggiare per imparare una lingua, magari l’inglese.

Il modo migliore infatti per assimilare una lingua straniera è proprio trascorrere un periodo all’estero e immergersi nella cultura locale per coglierne usi costumi e anche il famoso “slang” ossia il dialetto, per dirla in gergo.

Il consiglio più efficace in questo senso è  scegliere una vacanza studio, tra le agenzie più famose in questo campo c’è Travel Studies Association: tutti i college garantiscono l’internazionalità e gestiscono ogni singolo studente, sia un arrivo individuale o di gruppo, 24 ore al giorno.

Il soggiorno minimo è quello di due settimane.

Tra le mete più importanti in questo senso c’è sicuramente la capitale britannica di Londra: una metropoli multietnica, con una storia radicata nei campi dell’arte, della comunicazione, della politica, dell’economia, e soprattutto molto fornita di musei, teatri e sale da concerto.

Il web, se siete alla ricerca di una vacanza di questo tipo, è il luogo ideale dove cercare le offerte migliori e le proposte formative più complete.

Altre mete utili in questo senso sono quelle spagnole, per apprendere una lingua molto assonante alla nostra, il viaggio in questo caso è molto proficuo e produttivo.