Le vacanze studio Inpdap (oggi Inps vista l’unificazione dei due enti pubblici) permetto ai ragazzi di poter vivere l’esperienza, a prezzi vantaggiosi, di una vacanza all’estero dedita all’apprendimento di una lingua specifica, in modo da poter utilizzare le competenze specifiche, acquisite durante il soggiorno, per la ricerca di un lavoro duraturo e stabile.

L’estate è il periodo più proficuo per questo tipo di soggiorno, in quanto non si va a scuola e si può quindi contare su almeno due mesi di vacanza. In questa breve guida aiuteremo il lettore su come prendere parte e partecipare a una vacanza studio Inps.

Vengono proposti così dall’Inps, ex Inpdap, ogni estate, numerosi soggiorni di vacanza studio della durata di 15 giorni, per giovani che hanno un’età compresa tra i 7 e i 17 anni e che siano figli di dipendenti dell’istituto, di pensionati iscritti al fondo Inpdap, o orfani di impiegati ex Inpdap. Per prendervi parte, essendo i posti riservati, ci si deve iscrivere e fare una sorta di concorso. L’iscrizione avviene direttamente via web sul sito ufficiale dell’ente, e la graduatoria viene stabilita in base al modello Isee (certificazione della capacità di reddito) presentata dall’aspirante (per info su altre offerte per le vacanze cliccate qui).

La vacanze serve sia per rigenerarsi dalle fatiche dell’anno passato grazie a un programma ludico-ricreativo, ma anche per imparare più approfonditamente una lingua specifica. I luoghi scelti sono sia in Italia che in Europa. Per l’Italia vi sono convenzioni con alberghi e istituti posti in luoghi di notevole interesse storico e culturale quali possono essere le città d’arte italiane come Venezia e Firenze (per maggiori info su Venezia cliccate qui).

In Europa le mete più gettonate sono la capitale inglese Londra, ideale per imparare la lingua inglese, Parigi, e Dublino, mete certamente meno attraente delle altre due capitali ma che può offrire notevoli sorprese. Ultimamente è stata unita, tra le mete proposte, anche l’isola di malta, dove poter studiare inglese e godersi lo splendido mare (per maggiori info su Malta cliccate qui).

photo credit: jonrawlinson via photopin cc