Chiamare o usare internet all’estero è sempre stato problematico. Costi aggiuntivi, tariffe da capogiro. Ma da oggi, 15 giugno, le cose cambiano definitivamente. Diventa attiva infatti la “Roaming Like at Home“, una regolamentazione per cui non ci saranno più costi aggiuntivi applicati al roaming all’interno dei confini dell’Unione Europea.

Smetteremo così di rincorrere il wi-fi gratuito in ogni luogo della città straniera in cui ci troviamo, o implorare per la password del wi-fi nei locali. La nostra connessione e il nostro piano tariffario sarà perfetto e funzionale anche all’estero evitandoci un attacco completo di FOMO (Fear of Missing Out) ossia la paura di rimanere tagliati fuori dal mondo social e di internet. Una fobia digitale tutta nuova, ma che ci accomuna tutti. Una ricerca di Volagratis.com ha analizzato le paure degli italiani in vacanza e quelle legate all’idea di perdere il proprio smartphone, oppure di non avere internet per troppo tempo, sono le più sentite: il 12,5% degli italiani soffre infatti di FOMO.

Cosa sapere sul nuovo “Roaming Like At Home”

Grazie al Roaming Like at Home questa paura possiamo però calmarla definitivamente perchè potremo comunicare e accedere ad internet come se fossimo a casa, con le stesse tariffe senza preoccuparsi di costi extra. Ovviamente ci sono dei limiti:

  • La tariffa di navigazione in internet all’estero rimarrà invariata come a casa per 4 mesi massimo di permanenza in un paese europeo
  • Si può chiamare, mandare SMS e ricevere chiamate da un paese europeo all’Italia ma attenzione a fare il contrario: le chiamate dall’Italia verso l’estero non sono considerate roaming
  • Occhio alle zone “franche”: in volo, in crociera o lungo i confini internazionali non sono considerate roaming.

Ecco allora che, con queste piccole accortezze dal 15 giugno potremo navigare, rimanere connessi, guardare foto, condividere momenti e fare video in diretta tramite i nostri canali social usando la tariffa di connessione che abbiamo normalmente a casa, senza preoccupazioni riguardanti costi aggiuntivi o improvvisi euro extra che vengono “risucchiati” dal nostro conto senza nemmeno accorgersene per quel minuto di connessione all’estero in cui abbiamo solo mandato una foto ad un amico su Whatsapp. Siete pronti allora a partire e a condividere ogni esperienza sui social? Non costa niente del resto!