Paros è una stupenda isola greca dell’arcipelago delle Cicladi, nota soprattutto per le sue cave di marmo che hanno reso possibile la realizzazione di meravigliose sculture come la Vittoria di Samotrace, la Venere di Milo e la tomba di Napoleone.
Ma ciò che attira ogni anno le migliaia di turisti sono le sue splendide spiagge bagnate da acque turchesi e trasparenti, le fertili e rigogliose vallate, le imponenti scogliere che scendono a strapiombo sul mare.
L’Isola di Paros ha origini molto antiche, con ricche testimonianze storiche e artistiche, oltre a meravigliosi esempi di arte e architettura greco-bizantina.
A Parikia, il capoluogo dell’isola, merita una visita la Chiesa di Ekatontachoni, del IV secolo, e il Museo Archeologico che custodisce reperti della prima età del bronzo (periodo cicladico), del periodo classico e romano.
Sempre nel capoluogo si trovano splendide spiagge contraddistinte da sabbia dorata e mare cristallino: da visitare soprattutto quelle di Krios e di Agios Fokas.
In direzione sud, a soli 9 chilometri, si trovano la spiaggia di Pounda, paradiso dei surfisti, e punto di partenza per l’isoletta Antiparos, meta di vip e milionari che l’hanno battezzata il loro paradiso esclusivo.
A 11 chilometri da Parikia, verso nord-est si, trova la spiaggia di Kolymbithres, forse la più bella di tutta Paros, con acqua trasparente, scogli levigati e suggestive insenature di sabbia.

photo credit: Guillaume Colin & Pauline Penot via photopin cc