Lione è il secondo centro di tutta la Francia per sviluppo economico e patrimonio artistico e culturale, e la “festa delle luci di Lione”, che si tiene l’ 8 dicembre, è un ottimo motivo per visitare la città.

Se dal “98 l’Unesco ha censito il centro storico di Lione proclamandolo patrimonio dell’umanità, dall’ 89 è stato istituito un festival per il quale una ottantina tra monumenti, chiese ed edifici storici vengono illuminati ad arte.

Questa città francese è sorta intorno al quarto secolo prima della nascita di Cristo quando per la popolazione gallica si chiamava Lugdunum, ed in seguito, durante il primo secolo dopo Cristo, fu patria natia dell’imperatore romano Claudio, fatto che favorì la crescita dell’insediamento.

Ad oggi è considerata importante per la vivibilità che un armonioso sviluppo urbanistico ha consentito ai suoi abitanti.

Ma Lione può rappresentare una attrazione per i turisti sia sotto il profilo artistico e culturale che sotto quello enogastronomico.

Situata tra due corsi d’acqua, la Saona ed il Rodano, infine, risulta essere particolarmente accogliente durante i giorni a cavallo con la festività dell’immacolata, quando è adornata dalle istallazioni luminose dei light designer chiamati ad operare sul suo tessuto urbano, e non mancano le iniziative artistiche.