Il Lago del Salto è il più grande lago artificiale del Lazio. Le sue coste vanno a snodarsi lungo un perimetro di 57 chilometri, mostrando alla vista una straordinaria varietà di paesaggi: coste frastagliate, insenature e fiordi, valli scavate da torrenti.

Il movimento delle acque, con le sue variazioni di livello, va a generare i calanchi lungo le sponde davvero molto caratteristici. E’ davvero un paesaggio meraviglioso. I paesi rivieraschi sono quattro: Borgo San Pietro, Teglieto, Fiumata e Sant’Ippolito.

Questi furono tutti inghiottiti dalle acque del Salto e ricostruiti a monte, sulle rive. Di Borgo San Pietro si sono salvati gli affreschi della scuola di Giotto che ornavano una cappella del Monastero delle Clarisse. I capolavori furono staccati e ricomposti nel nuovo edificio insieme alla cappella, ricostruita pietra su pietra. Questa zona merita assolutamente di essere visitata. Suggestiva è la scena del campanile dell’antica chiesa che emerge dalle acque (Foto by InfoPhoto).