Il Lago d’Iseo, conosciuto anche con il nome di Sebino è un bacino lacustre dell’Italia Settentrionale, situato in Lombardia che ha come principale immissario ed emissario il fiume Oglio. Ha una superficie di 65,3 km² e una profondità massima di 251 metri. Situato a 180 m di quota nelle Prealpi, posto in fondo alla Val Camonica, il Lago d’Iseo si incunea tra le province di Bergamo e di Brescia e ospita la più grande isola lacustre naturale dell’Italia nonché la più alta isola lacustre d’Europa, Monte Isola, cui fanno da satelliti a nord e a sud i due isolotti di Loreto e di San Paolo.

Una delle principali attività è il turismo. Generalmente frequentato tutto l’anno, il Lago d’Iseo è particolarmente frequentato nel periodo che va da maggio a settembre, mesi in cui in cui vengono organizzate numerose manifestazioni: regate veliche, concerti e serate danzanti. Vi si praticano diverse attività sportive come nuoto, windsurfing, pesca lacustre e attività subacquee eveliche.

La sponda bresciana è molto varia: da una parte il lago e Monte Isola, dall’altra vigne, frutteti, olivi e fiori in basso, a cui seguono boschi di castagni e poi più in alto le arrotondate dorsali dei monti.

Il primo paese della sponda bresciana del lago è Paratico, seguito da Iseo, il centro turistico di maggiore importanza del lago il cui territorio occupa due terzi della lunghezza della sponda orientale con le sue frazioni: Clusane, Covelo e Pilzone, con il promontorio di Montecolo. Successivamente si incontra Sulzano, paese di pescatori e approdo per i traghetti verso Monte Isola, e Sale Marasino, collocato sul fondo dell’anfiteatro naturale dei monti delle Almane, che conserva la Parrocchiale di San Zenone, altre antiche chiese nelle frazioni e alcuni importanti palazzi cinquecenteschi. Ancora oltre si trova Marone centro industriale, da dove si diparte la strada verso il monte Guglielmo e arriva a Zone. Successivamente il paesaggio diventa più selvaggio, mentre strada e ferrovia sono nascoste in una serie di gallerie fino a Pisogne dove la sponda bresciana termina nel largo piano alluvionale dell’Oglio.

Anche la sponda bergamasca è molto variata. Da Sarnico a Predore esistono tratti di spiaggia e poi il panorama diventa selvaggio con rupi a strapiombo e speroni di roccia. Si susseguono poi le località di Tavernola Bergamasca, Portirone, Zu con il capoluogo Riva di Solto, Castro, Lovere, Costa Volpino e Rogno, l’ultimo paese dell’alto sebino e il primo della Val Camonica.