Lanzarote, isola più nord-orientale delle Isole Canarie, è la terza più popolosa dell’arcipelago dopo Tenerife e Gran Canaria. Il suo nome deriva da Lanzerotto Malocello, navigatore genovese che per primo la scoprì nel 1312 e che la occupò per diverso tempo. Splendida da visitare in ogni periodo dell’anno, in estate Lanzarote manifesta tutta la sua bellezza e questo è uno dei motivi per cui migliaia di turisti prenotano con largo anticipo le proprie vacanze sull’isola. Il principale centro di Lanzarote è Arrecife, mentre la principale attrattiva turistica dell’isola è il Parco Nazionale Timanfaya, situato nella parte occidentale e caratterizzato dal paesaggio vulcanico.

Cosa visitare a Lanzarote

Le principali località turistiche di Lanzarote, che si trovano sul versante sud-orientale dell’isola, sono tre: Puerto del Carmen, Costa Teguise e Playa Blanca. Vediamo nel dettaglio dove sono ubicate e cos’hanno da offrire ai turisti.

La prima, Puerto del Carmen è situata a sud di Arrecife e a pochi km dall’aeroporto. Ottimo punto di partenza per chi voglia esplorare il sud dell’isola, in particolare il Parco Nazionale Timanfaya e la valle de La Geria, questo luogo offre anche la possibilità di scendere a Playa Blanca. In secondo luogo troviamo Costa Teguise, situata a nord della capitale, è sorta alla fine degli anni ’70 come metà prettamente sportiva, in particolare per il windsurf ed è logisticamente meglio posizionata per la visita delle grotte di Jameos del Agua e Cueva de los Verdes e per un’escursione all’isola di La Graciosa con battelli che partono dal porticciolo di Orzola. Ultima ma non meno importante è Playa Blanca. Centro più recente, ancora in espansione, è Playa Blanca è la zona che gode di un clima migliore, specialmente nel periodo invernale, ha un piccolo porto da dove partono i traghetti per Corralejo ed è nelle immediate vicinanze delle selvagge spiagge del Papagayo.

Importanti luoghi da visitare sono poi la cueva de los Verdes e il Charco de los clicos. La prima consiste in una grotta situata sull’isola di Lanzarote che rappresenta uno dei tratti del gran tubo lavico derivante dall’eruzione del vulcano Monte Corona. Nella cueva de los Verdes, si può osservare una grotta formata da due gallerie sovrapposte, vi si succedono corridoi, labirinti, lagune sotterranee e abissi apparentemente senza fondo, il tutto abilmente illuminato per far risaltare le forme e i colori della lava solidificata. Il Charco de los clicos, invece, è un’attrativa turistica naturale caratterizzata da un piccolo lago d’acqua salata dal colore verde smeraldo situato in una spiaggia di ciottoli neri a poche centinaia di metri dal villaggio de El Golfo nel municipio di Yaiza.