Golfi e insenature, creati dalla forte erosione del mare, sono i tratti che contraddistinguono le frastagliatissime coste delle isole che compongono l’Arcipelago del Giappone. Il Giappone è composto da ben 6852 isole, tute in prevalenza vulcaniche, tra queste circa 500 sono dei veri e propri paradisi tropicali lasciati però allo stato brado, senza cioè strutture alberghiere e stabilimenti balneari che possano valorizzare, in chiave turistica il territorio. Questo è dovuto al fotto che il territorio, essendo per lo più vergine, è ancora allo stato selvaggio e un’azione dell’uomo sullo scenario naturale comporterebbe dei costi elevatissimi. Le isolette possono comunque essere visitate e ammirate con tramite viaggi organizzati.

Le spiagge del Giappone, non essendo (tranne alcune) attrezzate per scopi turistici, non hanno mai avuto la giusta valorizzazione e per questa ragione sono poco conosciute. Il mondo conosce queste spiagge grazie al fotografo della natura Ippei che assieme a sua moglie ha deciso di rendere manifesta al mondo la bellezza della costa del suo Paese (per maggiori info sul Giappone cliccate qui).

Le spiagge del Giappone non hanno infatti nulla da invidiare a quelle del Sud-Est Asiatico, in quanto vi sono sabbie bianche e finissime e un’acqua limpida e cristallina con fondali ricchi di flora e fauna. Si tratta di paradisi tropicali che se giustamente valorizzati attirerebbero numerosi turisti.

Le più belle spiagge sono ubicate nel Sud dell’Arcipelago, nel Mare Cinese Meridionale, nel distretto di Okinawa dove si possono ammirare le isole Kerama (frequentate dai turisti europei) Tokashiki Island, Zamani Island, e Aka Island, con la sua splendida barriera corallina. Sempre nel Mare Cinese Meridionale troviamo le isole Sakishima, Miyako e la spiaggia di Yonaha Maehama, una delle più belle di tutto l’Oriente (per altre info sul Giappone cliccate qui).

Altre spiagge di incantevole bellezza si trovano sull’isola di Shikoku, la più piccolo tra le 4 isole principali dell’Arcipelago. La spiaggia di Ikumi è la preferita dai surfisti che vengono da tutto il mondo per sfidare le onde (per maggiori approfondimenti consigliamo l’uscita numero 20 della rivista InStoria, dedicata al Giappone).

Le isole Ogasawara, chiamate le ‘Galapagos del Giappone’, sono caratterizzate da spiagge bianche e acque turchesi, inoltre ci sono bellissime aree boscose a ridosso delle spiagge, che rendono ancora più paradisiaco il posto (per ulteriori info sul Giappone cliccate qui).

photo credit: Konstantin Leonov via photopin cc