La Nuova Zelanda è uno stato insulare dell’Oceania formato da due grandi isole l’Isola del Nord e l’Isola del Sud, e da innumerevoli isolette di rara bellezza con spiagge da sogno e paesaggi ricchissimi da un punto di vista naturale. Alcune tra le spiagge più belle del mondo si trovano infatti in questo luogo che non può che far venire i mente il mare, il sole, le palme e soprattutto la voglia di stendersi su un manto candido di spiaggia chiara a osservare un mare cristallino e incontaminato (per info sulla Nuova Zelanda cliccate qui) .

La Nuova Zelanda è infatti letteralmente circondata da spiagge che coprono una superficie di circa 15000 chilometri. Le spiagge lungo la Costa Orientale sono contraddistinte da sabbia bianca e da un mare  calmo, mentre sulla Costa Occidentale ci sono spiagge più scure con un mare ideale per i surfisti grazie alle sue onde alte.

Una delle spiagge più suggestive dell’Arcipelago è Koekohe, ubicata nell’Isola del Sud lungo il tratto di mare sud-orientale della regione di Otago. Qui si possono ammirare le Moeraki Boulders, sfere di pietra dal diametro di circa 2 metri levigate dall’azione delle onde e del vento (per info su spiagge da sogno cliccate qui).

Sempre nella regione di Otago da non perdere è Tunnel Beach, completamente incontaminata e raggiungibile solo dopo una traversata a piedi di circa 20 minuti attraverso un tunnel di roccia. Si tratta di un paradiso naturale di rara bellezza e di una delle spiagge più belle del mondo.

Meravigliosa è anche la spiaggia quasi deserta di Surat, nel Catlins, con una splendida spiaggia fina e dorata. Essendo questa spiaggia poco popolata è possibile trovarvi elefanti marini, leoni di Hooker, sterne e diverse specie di volatili (per info u altre spiagge da sogno cliccate qui).

Per gli amanti del Surf assolutamente da non perdere è Fritzroy Beach, a nord di New Plymouth, dove poter cavalcare alcune tra le onde più alte del Pacifico. Essendo la temperatura dell’acqua sempre molto fredda è consigliabile, in questa zona, l’utilizzo della muta.

photo credit: Abaconda via photopin cc