Se si scende nel tacco dello stivale d’Italia, nella Regione Puglia, o per meglio dire nel Salento, si possono trovare due paradisi naturali che ci invidiano in tutta Europa, si tratta delle grotte di Zinzulusa, nelle vicinanze di Otranto, sul canale adriatico e Porto Selvaggio, oasi ittica ricca di pesci ubicata all’estremo Sud del Salento, un luogo veramente da sogno e incantevole per chi ama la natura ruspante e i bei fondali dove fare immersioni memorabili.

Zinzulusa si trova a Castro Marina, nelle vicinanza di Otranto, graziosissima cittadina medievale dove si può passare piacevolmente la serata mangiando un bel gelato artigianale (vi sono ottime gelaterie). Le grotte sono un vero e proprio gioiello che sorge sotto un pendio in un tratto di mare limpido e incontaminato. Se ci si tuffa in quella zona si può veramente scrutare uno dei paradisi ittici che possiamo vantare di avere nel Mediterraneo, ma occorre fare molta attenzione, poiché la profondità è di almeno 7 metri e occorre, quindi, essere nuotatori esperti (per info su Otranto cliccate qui).

Le grotte, piene di stalattiti e stalagmiti, si possono visitare con una guida che vi farà percorrere un sentiero stabilito. Gran parte dell’insenatura è infatti chiusa al pubblico essendo molto pericolosa. Nelle profondità si cela una colonia di pipistrelli che escono per il pasto notturno appena dopo il tramonto. Si tratta di una specie protetta ed è una delle colonie più numerose che si hanno in Italia (per altre info sul Salento cliccate qui).

Porto Selvaggio, nelle vicinanze di Nardo, è un’Oasi Ittica che offre uno spettacolo naturalistico veramente eccellente. Per raggiungere la spiaggia occorre fare un tragitto a piedi in discesa. Non c’è sabbia, essendo la baia alla fine di una pineta ed essendo l’ultimo tratto composto da sassi. Per gli amanti della sabbia non è il luogo ideale, come non lo è per gli amanti del sole. Per chi ama la natura è invece un vero e proprio paradiso (per ulteriori info sulla Puglia cliccate qui).

photo credit: <a href=”http://www.flickr.com/photos/dabasse/296759130/”>Joe Snack</a> via <a href=”http://photopin.com”>photopin</a> <a href=”http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/”>cc</a>