La compagnia aerea di linea Lufthansa ha sperimentato un bio carburante che abbatterebbe la metà delle emissioni di anidride carbonica nell’aria.

Dopo ben sei mesi durante i quali i velivoli della compagnia di bandiera hanno collegato le principali città europee, la Lufthansa ha dichiarato di essere pronta per affrontare il lungo viaggio che porterà il suo Boeing 747-400, alla volta degli Stati Uniti d’America.

La miscela di carburante utilizzato dalla società di volo, è composta per il cinquanta per cento da benzina normale, e per l’altro cinquanta da kerosene sintetico.

Il vice presidente di Lufthansa, Gioacchino Buse, ha dichiarato che il progetto, denominato “burnFAIR”, si è sviluppato secondi i piani previsti, dimostrando l’affidabiltà e l’efficienza del biocarburante che, utilizzato per i normali piani di volo, non ha dato alcun tipo di problematica. E’ arrivato, quindi, il momento di sperimentare il prodotto di nuova generazione anche per i viaggi transoceanici.

L’utilizzo di queste sostanze per il trasporto aereo è quindi sicuro, e l’azienda è già pronta a portare avanti il progetto di una certificazione per le materie prime che vengono impiegate per la produzione.

Il kerosene impiegato, infatti, deriva da un olio di origine vegetale e per questa ragione è in grado di ridurre le emissioni di CO2 della metà.