Nona città svizzera per popolazione e principale centro urbano cantonale e della Svizzera italiana, Lugano si estende dalle pendici del San Salvatore al Monte Brè fino alla cima del Gazzirola. Località turistica molto frequentata, Lugano è nota anche per essere la più grande città di lingua italiana al di fuori dell’Italia. La città e la sua architettura hanno un carattere prettamente lombardo.

Cosa vedere a Lugano

Tra le tante zone turistiche della città, Lugano custodisce la Cattedrale di San Lorenzo, principale luogo di culto cattolico del comune, situato nel quartiere di Lugano Centro, e sede vescovile della diocesi. Di origine alto-medievale, la cattedrale è stata ricostruita nel corso del XV secolo ricevendo il titolo di cattedrale nel 1888. Il celebre campanile che le fa da corredo e che ospita 9 campane è di origine romanica e fu rimaneggiato negli anni 1633-1640 da Costante Tencalla.

Altro interessante luogo di culto da visitare nella città di Lugano è la chiesa di San Rocco, un edificio religioso situato in centro che si presenta con una pianta ad unica navata sovrastata da una volta a botte lunettata, conclusa con un coro costruito nel XVIII secolo. Sopra il presbiterio c’è una cupola ottagonale. Sempre nella zona di Lugano centro è situato il Convento della Santissima Trinità dei frati Minori Cappuccini che all’interno presenta affreschi a sfondo religioso dei fratelli Giuseppe Antonio Maria e Giovanni Antonio Torricelli e del Caronese Giuseppe Antonio Petrini.

Tra le altre importanti architetture custodite nel centro di Lugano sono da ricordare la chiesa di Santa Maria Immacolata, l’antico convento di Santa Margherita delle monache agostiniane, fondato nel 1614 e soppresso nel 1848, il monastero delle Cappuccine di san Giuseppe, la chiesa di San Giuseppe e quella di Sant’Antonio abate, la chiesa di San Carlo Borromeo, eretta nel 1642, la chiesa di Santa Maria degli Angeli e quella evangelico-luterana del primo quarto del secolo XX. Tra i palazzi, invece, degni di nota sono l’ex Palazzo Riva del 1671, il Palazzo civico, eretto tra il 1842 e il 1844 dall’architetto neoclassico milanese Giacomo Moraglia, Palazzo Riva e il Palazzo Ransila sorto negli anni 1981-1985 su progetto di Mario Botta.