Marrakech è una città marocchina in cui la maggior parte della popolazione è di origine berbera, e la città conserva le tradizioni e la cultura di questo popolo.

La città si estende alla nella parte meridionale del Marocco vicino alle montagne della catena dell’Alto e del Medio Atlante. Le montagne innevate sono un contorno molto suggestivo ad una città che colpisce il visitatore per la ricchezza dei suoi colori e dei suoi aromi.

La città si divide in due parti: la città vecchia, in arabo medina, circondata dalle mura e, nella zona occidentale, al di fuori della fortificazione, la città nuova.

Nella città vecchia la vita si svolge prevalentemente intorno alla piazza chiamata Jāmiʿ el-Fnā, luogo di incontro della popolazione grazie al mercato che si svolge durante le ore del giorno e alle bancarelle che vendono cibi tipici durante la sera.

A sud della piazza è situata la Moschea Kutubiya, sulla quale svetta il minareto della moschea, una costruzione di quasi settanta metri, uno dei più antichi esempi di architettura marocchina.

A nord della piazza di Jāmiʿ el-Fnā si estendono i suq, i tipici mercati coperti divisi in zone in base alle merci vendute, che arrivano fino alla Moschea di Ben Youssef e alla scuola coranica.

Ad est della piazza si estende la mellah, il quartiere ebraico, una zona completamente circondata da mura, in cui la popolazione ebraica fu confinata dal XV al XIX secolo.