I mercatini di Natale invadono l’Europa nel periodo che va da fine novembre all’Epifania. La bellezza di queste fiere caratteristiche sta nel fatto che riescono a riportare la vera essenza del Natale, in quanto pur rappresentando delle occasioni commerciali, fanno vivere antiche tradizioni legate ai luoghi in cui si svolgono e soprattutto portano una incredibile allegria e si sapori e gli odori tipici del Natale, cosa che nessun centro commerciale, per quanto possa essere addobbato a festa potrebbe riuscire a fare.

Il mercatino di Costanza, nel Sud della Germania, è sicuramente il più importante del Paese, in quanto la cittadina tedesca è da sempre legata alle tradizioni natalizie. La fiera si svolge nella pizza del duomo, in una atmosfera pittoresca e medievaleggiante che fa rivivere nel cuore dei visitatori tutto l’ambiente folcloristico di un Natale legato alle tradizioni più vive e intense.

Lungo il fiume Weser, luogo anseatico veramente suggestivo, a luogo il mercatino natalizio di Brema, in Germania, considerato il più bello e maestoso della Germania, poichè offre più di 170 stand decorati a festa. Qui si può trovare ogni cosa, sia caratteristica che non, poiché alla fiera partecipano veramente diverse piccole aziende a livello sia locale che mondiale.

Scendendo nel cuore dell’Europa, nel Tirolo Austriaco, possiamo ammirare il mercatino della seconda città del Tirolo, cioè Kufstein, nei pressi del castello che sovrasta la cittadina. Il mercatino non è solo un luogo dove comprare i prodotti tipici natalizi, ma una vera e propria manifestazione, con canti tipici, e l’esposizione degli antichi mestieri e degli abiti tipici del Tirolo medievale.

Non si può dimenticare, infine, Linz, meglio conosciuta in questo periodo come la città dei presepi, in quanto vengono esposti in città i presepi provenienti da ogni parte del mondo. Nella piazza centrale ha luogo un tipico e pittoresco Natale, che offre a tutti la possibilità di perdersi nei meandri della storia riscoprendo le antiche tradizioni del luogo.

A cura di Christian Vannozzi

photo credit: kevin dooley via photopin cc