Un magico Natale all’insegna di luci, colori, divertimenti e prodotti tipici regionali è offerto anche dalla Sicilia, con i suoi mercatini che ogni anno divengono più numerosi e offrono sempre più banchi. Il Natale è infatti l’occasione per riscoprire antiche tradizioni e sposarle con la festa più popolare dell’anno, attesa tanto dai bambini per scartare i propri regali quanto dai grandi per dimenticare la frenesia quotidiana e dedicarsi a parenti e amici che magari non riescono a vedere durante l’anno.

San Gregorio di Catania offre tutta la tradizione nordica legata alla festività con quella siciliana, marittima e marinare, in uno splendido connubio tra sapori, luci e colori. Le luminarie natalizie illumineranno le creazioni artigiane di un isola che ci aiuterà a mettere sotto l’albero delle idee regalo originali che non solo renderanno nuovamente viva la tradizione sicula ma anche l’economia nostrana. Non mancheranno oggetti in ceramica, stoffe lavorate, gioielli realizzati a mano e tante prelibatezze culinarie in una splendida cornice abbellita da addobbi e luminarie. I giorni del mercatino sono 14 e 15 dicembre, e 21 e 22 dicembre.

A Messina il mercatino è tenuto nella Galleria Santa Marta in via Giovanni Pascoli dall’8 al 31 dicembre, un lungo periodo in cui si potrà con calma e tranquillità scrutare ogni banco alla ricerca di ciò che può esserci utile sia come regalo che come addobbo natalizio. Il mercatino è anche il luogo ove gli artigiani della provincia possono esporre e vendere le proprie creazioni per non far dimenticare le tradizioni dell’artigianato messinese. Se si cercano regali unici il mercatino di Messina è senza dubbio il luogo giusto in cui recarsi.

Prodotti tipici siciliani, gadget di ogni tipo legati alla festività natalizia e stand con vini e formaggi tipici e i gustosissimi cannoli siciliani possono essere invece trovati a Misterbianco nel tradizionale Santa Claus a Misterbianco dall’8 al 23 dicembre, aperto dalle ore 10,00 alla mezzanotte.

A cura di Christian Vannozzi

photo credit: Cinzia A. Rizzo / fataetoile via photopin cc