Nella città di Viterbo si può vivere l’antico sapore del Natale medievale grazie agli splendidi borghi tipicamente medievali che formano la città e la suggestive piazze, come Piazza San Lorenzo, che è una delle più belle d’Italia come spiegato nel testo di Simonetta Valtieri e Enzo Bentivoglio ‘Viterbo nel Rinascimento’. Tra le numerose bancarelle si possono trovare prodotti di ogni tipo e per ogni gusto che variano dai giocattoli per i bambini alle idee regalo artigianali (per info su idee regalo cliccate qui) per passare tra i cappelli, i guanti i libri, i dolci e il vin brulè, la cosa più buona da bere mentre si è al freddo.

Il mercatino di Natale viterbese si svolge nel centro storico della città dal 1 dicembre al 6 gennaio. Caratteristica tipica di questa fiera sono i prodotti artigianali, sia del viterbese che delle altre regioni d’Italia e d’Europa, facendo diventare l’evento un vero e proprio polo internazionale dove trovare un po di tutto, e anche il ‘regalo che non ti aspetti’, per stupire parenti, amici, e perché no la persona che si ama. Per la bancarella meglio allestita c’è anche uno speciale premio.

I colori invadono l’intera città con alberi addobbati in diversi punti e luminarie di tutti i tipi che illuminano a giorno Viterbo anche durante la notte. I prodotti tipici agroalimentari della Coldiretti sono esposti a Piazza della Morte, mentre l’antiquariato può essere trovato a Piazza Fontana Grande.

Assieme al mercatino si avrà poi l’occasione di visitare l’antico borgo medievale di San Pellegrino, il Museo Civico e i numerosi scavi etruschi per tutti gli appassionati di etruscologia. Poco distante da Viterbo, a Bassano in Taverina c’è poi l’occasione per ammirare il presepe (per info su altri presepi tipici cliccate qui) vivente del paesino, cosa assolutamente da non perdere.

A cura di Christian Vannozzi

photo credit: maaco via photopin cc