Sarà possibile per tutti i soggetti iscritti all’Inpdap e quindi pensionati, famiglie con reddito basso, e portatori di disabilità di qualunque entità, utilizzare nel mese di luglio per le vacanze i buoni messi a disposizione dal Ministero del Turismo.

Con i buoni ministeriali sarà possibile effettuare soggiorni in tutto il territorio nazionale, è quanto previsto dall’accordo sottoscritto dal ministro, Michela Vittoria Brambilla, e dal presidente dell’Istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell’amministrazione pubblica, Paolo Crescimbeni.

Un’ iniziativa resa possibile dall’Inpdap che ha stanziato 2 milioni di euro per le vacanze dei propri iscritti nel 2011 e cifre eguali per i prossimi due anni.

Stando al bilancio del Ministero gli utilizzatori medi sono famiglie con uno o più figli (69%) e con reddito complessivo inferiore ai 20-25 mila euro (62%).

Dal 2010 al 30 giugno 2011 sono stati emessi buoni vacanza per circa 15 milioni di euro con un contributo medio erogato a intorno ai 1.000 euro, che copre fino al 43% del costo della vacanza.

Ad esclusione del periodo di alta stagione quello cioè compreso tra il 30 giugno e il 24 agosto) i “buoni vacanza” potranno essere spesi nelle strutture convenzionate contando su un contributo da parte dello Stato (attraverso l’8×1000 e le risorse erogate dal ministero del Turismo) e su una quota aggiuntiva messa a disposizione dall’Inpdap stesso.

Il contributo individuale raddoppia per le persone con disabilità.