Una meta consigliata a chi ama immergersi in spettacolari panorami naturali e non ha paura di affrontare le basse temperature.

Il Monte Bianco, la vette più alta d’Europa, nelle Alpi Graie, al confine fra Italia e Francia, raggiunge quasi 5000 metri d’altezza e quindi la temperatura può essere molto rigida anche nel periodo estivo.Nonostante la sua altezza, il Monte Bianco non si vede dal lato italiano se non nell’ultimo tratto della strada che conduce a Courmayeur, mentre è ben visibile dal lato occidentale, sia dal Massiccio Centrale francese che dalla Svizzera.

Tutta la catena è perennemente innevata e l’azione del tempo e degli agenti atmosferici hanno creato una serie di vette a guglia e creste rocciose che sono divenute una tra le mete che richiama un grande numero di alpinisti da tutte le parti del mondo, per la bellezza e la difficoltà delle pareti che si possono scalare. Le cime più famose sono: Dente del Gigante (4.014 m), Aiguille Noire de Peuterey (3.773 m) e le Guglie di Chamonix, tra i 3.000 e i 3.842 m.

Partendo proprio da Chamonix si può arrivare tramite teleferica poi alla vetta di Aiguille du Midi (3.842 metri) e poi salire sulla cabinovia Panoramica Monte Bianco che, passando sopra il  porta ghiacciaio del Gigante, arriva fino a Punta Hellbronner, che segna il confine tra Francia e Italia. Un percorso meraviglioso di quasi 5 chilometri ad un’altezza da brivido, ma lo spettacolo naturale che si apre davanti al turista, soprattutto nei momenti i cui si rimane fermi e sospesi nel vuoto.