L’Oman è uno dei paesi del Medio Oriente più restio alla modernizzazione e all’apertura verso l’occidente, non per questo, però, è meno bello da visitare.

Anzi, proprio perché conserva praticamente intatte la sua culture e le sue tradizioni, è una delle mete più indicate per capire e conoscere la vera cultura dei paesi arabi.

Muscat, la capitale, è molto diversa dalle altre capitali dei paesi arabi. Non c’è folla e non c’è fretta, la città si estende su un territorio molto vasto e la popolazione si concentra in luogh determinati, che sono i quartieri di Muscat, Mutrah e Ruwi.

Le vie di Muscat offrono uno scorcio sulla storia del paese: qui sorgono i tre forti del XVI secolo, costruiti durante l’occupazione portoghese, non accessibili al pubblico, che svettano come sentinelle sopra la città.

Qui anche il uno degli acquari più grandi di tutto il Golfo che ospita tutte le specie  marine presenti in questo mare e l’Omani Museum in cui sono conservati documenti anche di 5.000 anni fa.

A Mutrah, vicino al porto, c’è il più grande mercato del pesce del paese e anche uno dei bazar più belli. È il quartiere prettamente commerciale della città, quello che offre anche le maggiori possibilità di divertimento per i turisti.

Ruwi, nell’entroterra, ospita un grande mercato di argento, in cui si possono acquistare i manufatti tipici dell’Oman, e il Sultan’s Armed Forces Museum, nel forte di Bait al-Falaj.