Torino è una città che non ha mai avuto timore di rinnovarsi e di cavalcare l’onda del progresso.

Torino è la culla del cinema italiano, qui è stato girato, nel 1914, “Cabiria” il primo colossal cinematografico italiano esportato anche oltreoceano. Da qui è partito il boom economico italiano grazie alle aziende Fiat.

Una città che ha avuto uno sviluppo industriale per più di vent’anni, ma che è riuscita a trasformare il suo territorio e le sue architetture e diventare una delle città italiane con il maggior patrimonio culturale ed artistico.

Il simbolo della città di Torino, senza dubbio, è la Mole Antonelliana, che, con i suoi 167 metri, svetta nel cuore della città. La Mole Antonelliana ha ospitato per lungo tempo il Museo del Risorgimento, ora trasferito a Palazzo Carignano, prima sede del Parlamento italiano, per fare spazio al Museo del Cinema, che ogni anno registra più di 500 mila visitatori.

Imperdibile in una visita a Torino è il Museo Egizio, fondato nel 1824, secondo solo a quello del Cairo in quanto a numero di reperti.

La città ha omaggiato anche l’automobile e la sua storia, nel Museo dell’Automobile, che ha riaperto nel 2011, in cui viene ripercorsa la storia dell’automobile dai primi esperimenti sui motori fino alle macchine supertecnologiche dei nostri giorni.

Ma anche tanta arte contemporanea a Torino. Al Gam (Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea) sono esposti più di 45 mila opere di artisti dal Settecento ad oggi.