Da questo 9 dicembre la città di Napoli si illumina in apertura dei festeggiamenti tradizionalmente dedicati al periodo natalizio dagli abitanti partenopei.

Il culto religioso e la festa popolare ad esso legata è sempre stato particolarmente sentito dalla città già celebre per il tradizionale presepe e, quest’anno, seppur in assenza totale di fondi destinati ad abbellire Napoli, è stata organizzata una rassegna artistica e molte istallazioni luminose per dar luogo ad un evento eccezionale ed esclusivamente autoprodotto.

Il capoluogo della regione Campania, infatti, non si demoralizza di fronte alla crisi economica che l’ha coinvolta più di ogni altra città italiana e, con enorme orgoglio degli organizzatori, tra cui la curatrice Simona Perchiazzi, si prepara a questa nuova sfida che consentirà di affrontare a testa alta la recessione finanziaria, senza necessariamente dover rinunciare alla gioia della festività natalizia.

La manifestazione che partirà con l’illuminazione del centro storico si chiama LuminAria 03, e 7 realizzazioni artistiche, tra performance, spettacoli e istallazioni, renderanno ancora vivo il cuore pulsante della città popolare e verace.

L’inaugurazione avverrà durante la serata del 9 dicembre nella Piazza di San Domenico Maggiore, che interseca il decumano maggiore anche detto Via Benedetto Croce, con lo spettacolo “Lingue di fuoco”.