Nella stazione centrale di Napoli è stato completamente rinnovato il consueto presepe. La notte della Vigilia di Natale è stato esposto nell’atrio principale facendo da sfondo alla Messa per i fissi senza dimora.
La stazione centrale di Napoli, città che ogni anno annovera l’arte presepiale, ha potuto riproporre l’abituale mostra del grande plastico che tempo fa è stato danneggiato da ignoti che, oltre ad aver rovinato la scenografia, hanno portato via varie statutette.
La mostra è stata riallestita grazie all’intervento della Rete Ferroviaria Italiana, proprietaria della struttura, che ha affidato ai volontari dell’Associazione Stella Cometa – La Stazione, di Boscoreale, l’incarico di intervenire sul presepe donandogli l’aspetto originario e il classico splendore.
Il plastico della stazione centrale di Napoli, largo 4mt, profondo 1,70mt. e alto 2,30mt., ha di nuovo tutti i personaggi tipici del presepe settecentesco napoletano, raffigurati con statuine realizzate con terracotta policroma e abiti in stoffa.
Per preservare l’intera struttura e conservarla al meglio, è stata realizzata una teca con pannelli in policarbonato e plexiglass che hanno sostituito e rafforzato la precedente copertura.

photo credit: ZFA via photopin cc