Mombasa è una delle città più importanti del Kenya, in quanto dal punto di vista turistico è una delle più visitate. Per dimensioni Mombasa è la seconda città del Kenya dopo Nairobi. Ha una popolazione di circa 700.000 abitanti ed è una delle maggiori e più antiche città dell’Africa che si affaccia sull’oceano indiano. Mombasa si trova su un’isola sul delta formato da tre fiumi. Questa città è anche una delle p più visitate in quanto il suo clima è particolarmente mite, ed è anche favorevole per i vari commerci. Agli inizi del ‘900, quando è stata costruita una ferrovia, l’isola fu collegata alla terra ferma con un terrapieno.

Mombasa ha anche un importante porto e un aeroporto internazionale.. La città è sorta nel’XI secolo dai mercanti arabi, ed molto aprrezzata per le sue zone balneari e per i suoi tanti alberghi di lusso.

A Mombasa ci sono tante cose da vedere, che sono per lo più le sue spiagge, il suo paesaggi, e la possibilità di fare diverse escursioni nei suoi parchi naturali. Oltre a questo, in città spicca soprattutto il Fort Jesus, bellissimo esempio di architettura militare portoghese, che è stato costruito nel 1593. Era stato costruito come roccaforte a protezione dei vari invasori che si sono succeduti nel tempo, ed è stato trasformato in prigione dagli inglesi fino al 1958 quando i britannici poi spostarono la prigione altrove. Oggi in questo forte è un museo che ospita le varie testimonianze della presenza di cinesi, indonesiani, malesi e indiani. Interessante è anche la strade del mercato, nella zona di Biashara Street. Si possono organizzare diversi safari, e ci sono spiagge molto belle.

Il mare è incontaminato e se ci si sposta un pò dalle strutture più attrezzate, si ha l’impressione di essere sbarcati su un’isola deserta. Le spiagge sono tutte di sabbia bianchissima e sono protette dalla barriera corallina, che si può facilmente raggiungere a nuoto o a piedi durante la bassa marea.

Conosciuto è anche il mercato Makupa conosciuto per le grandi quantità di stoffe e cotoni. Ci sono anche da visitare più di 40 moschee, e fra le più importanti spicca la Moschea Mandhry e la Moschea Ismailita su Tom Mboya avenue, e la Baluchi in Makadara road.
A Mombasa ci sono diversi ristoranti dove è possibile mangiare specialità internazionali, della cucina asiatica, francese e indiana. Ci sono anche ristoranti locali conosciuti come i Tamarindo, il ristorante Wasini, il ristorante bella vista, e il ristorante pichet. Molto buono è il pesce, pescato nei loro mari, e abbondano i frutti di mare e crostacei vari. Anche la carne viene mangiata e cucinata in tanti modi diversi
A Mombasa il mezzo migliore per spostarsi sono i matatu, che sono i dei caratteristici autobus locali, che offrono un discreto servizio ma non sono tanto accoglienti. Non mancano anche i taxi collettivi e taxi privati. E’ possibile spostarsi anche in treno, ma il servizio è un po’ scadent
Il clima di questa città è molto caldo tutto l’anno, ed è anche mite tutto l’anno a causa della sua altitudine. La stagione migliore è però quella che va da aprile a giugno.

A Mombasa ci si diverte abbastanza anche di sera. Si organizzano diversi spettacoli soprattutto nei grandi alberghi. Sono presenti anche discoteche dove si balla molto: i locali più conosciuti sono Florida night, e il club international.
A Mombasa si arriva anche partendo dall’Italia, con dei voli diretti . Si arriva anche grazie ad alcune compagnie charter. Il viaggio è lungo quasi 6 ore se i voli sono diretti. Se si fanno scali dura anche due ore in più.