Ci sono molte cose da visitare a Napoli, non solo a Natale, ma in questo periodo in particolare, è quasi obbligatoria la tappa a San Gregorio Armeno, la storica stradina affollatissima di negozi dedicata esclusivamente all’arte dei presepi, conosciuta in tutto il mondo, puoi trovare le tradizionali statuine di pastori, bambinello, asino e bue, re magi e tutto quello che genericamente si mette nel presepe, la particolarità è che ci sono anche statutette che rappresentano personaggi di tutto il mondo, che occupano le cronache, la politica e lo spettacolo, non solo di casa nostra. Una passeggiata nella via dei presepi è già di per sé un’attrazione, in particolare durante le feste, ti fa capire la cultura del popolo dei napoletani che di questa tradizione ne hanno fatta un’arte.

Bisogna tenere presente che in quei giorni c’è una vera e propria resa nella stradina di Napoli, quasi impossibile camminare senza incastrasi con gli altri curiosi, attenzione quindi a borsellini, borse, effetti personali, questo non perchè è Napoli, è una precauzione da prendere in qualsiasi altro evento simile, ad esempio, alla fiera degli Obey Obey a Milano.

Il centro storico di Napoli si anima particolarmente, con iniziative singolari, ad esempio, nel periodo natalizio la zona ZTL, di solito la zona a traffico limitato chiusa al traffico automobilistico, diventa Zona a Talento Liberato, infatti, dall’11 novembre al 16 dicembre ogni venerdì le strade e le piazze del centro saranno invase da giocolieri, trampolieri, musicisti, prestigiatori e artisti di strada, voluta dal Comune e dell’associazione Visionair che già organizza il Napoli Strit Festival. Il 16 dicembre grande parata al Vomero.

Gli amanti dei mercatini di Natale non potranno rinunciare alla Mostra d’Oltremare dal 14 dicembre all’8 gennaio, tradizionale esposizione dei prodotti di Natale. Nel centro commerciale Auchan di Via Argine, una fiera dell’artigianato dall’1 al 22 dicembre, artigianato, spettacoli teatrali e canti e balli flokloristici. Dal 17 al 19 dicembre il Real Orto Botanico della Reggia di Portici ospiterà il mercatino in una cornice d’altri tempi.

E, visto che siete a Napoli, portatevi verso Salerno a visitare le Luci d’artista 2011, che da novembre a gennaio illumineranno le strade del centro storico.