Oggi la prima delle quattro navi di MSC Crociere oggetto del programma Rinascimento è stata fisicamente allungata di 24 metri sotto lo sguardo attento dei giornalisti di tutto il mondo. L’operazione odierna segna una tappa importante nel programma Rinascimento, del valore di 200 milioni di euro, ideato per realizzare l’ampliamento e il potenziamento delle navi MSC Armonia, MSC Sinfonia, MSC Opera e MSC Lirica, che saranno dotate di una serie di nuove dotazioni e comfort all’avanguardia per rispondere perfettamente alle esigenze del crocerista di oggi.

La straordinaria impresa ingegneristica, compiuta nei cantieri siciliani di Fincantieri a Palermo, è consistita nello spostare in avanti di 30 metri su delle rotaie il troncone di prua di 14.000 tonnellate di MSC Armonia – la prima delle quattro navi ad essere stata ampliata -, separato dal resto della nave, per consentire l’inserimento del troncone centrale di nuova costruzione di 2.200 tonnellate.

Un’impresa dunque storica, di grande precisione e preparazione, che arriva dopo mesi di valutazioni e studi da parte di ingegneri e tecnici. Il programma Rinascimento di MSC e i 200 milioni che vi sono stati investiti, hanno rappresentato anche un toccasana per lo stabilimento Fincantieri di Palermo, dato che in questo modo tutti gli operai sono potuti rientrare dalla cassa integrazione.

Il programma sarà completato entro l’autunno del 2015 e le navi, tutte con meno di 10 anni d’età, saranno rinnovate anche all’interno. Le operazioni metteranno dunque in pratica quella che è la filosofia complessiva della compagnia dell’armatore Gianluigi Aponte: natanti sempre nuovi e al passo con esigenze manifestate da chi decide di concedersi una crociera. L’obiettivo sarà quello di avere duecento cabine in più, una serie di servizi per i passeggeri (nuove aree per i cinque baby club, nuova area lounge, ristorante più ampio, nuova biblioteca, una Spa e un acqua park) e di abbattere l’impatto ambientale che queste grandi navi hanno sul mare.