Dieci anni, l’11 settembre 2001, fa il mondo cambiava, qualunque siano le opinioni con cui guardiamo all’avvenimento che sconvolse gli Stati Uniti.

A distanza di tanti anni dall’attentato alle torri gemelle New York, ancora segnata dalla tragedia, ha pensato a un  tour all’interno del cantiere, il Tribute World Trade Center per mantenere alta la memoria di quanti nel doloroso avvenimento persero la vita.

Si parte proprio al 120 di Liberty Street, al cospetto di una delle torri che, pur non avendo subito direttamente l’impatto, ha risentito del collasso delle Twins ed è tutt’ora in ricostruzione.

Il tour completo conduce direttamente sul cantiere, dove fino a dieci anni fa sorgevano i grattacieli più famosi di tutta Manhattan e, guidati come spesso accade da qualcuno che realmente era all’interno delle torri quel giorno, si scoprono i momenti cruciali del tragico evento, il dolore, la paura, la forza e la volontà di vivere, proprio per non dimenticare.

Al 420 West 14th Street, si trova invece il Museo di Ground Zero, dove, attraverso le foto di Gary Marlon Suson, capo onorario del battaglione della caserma dei pompieri di NY e fotografo ufficiale presso il WTC, si scopre il silenzio dilagante della tragedia, la devastazione fisica e morale dell’uomo.

Questo piccolo museo è aperto solo poche ore al giorno e la visita va prenotata con largo anticipo al sito Newyorksightseeing.com.