Cuba, isola dai mille volti al centro del continente americano, che resiste ancora strenuamente all’attacco del turismo di massa.

Gli infausti eventi storici che l’hanno colpita, come l’embargo posto dal governo americano, hanno fatto in modo che l’isola mantenesse quasi intatto il suo volto originale, senza per questo essere meno interessante come meta di viaggio. Spiagge bellissime, un notevole patrimonio storico artistico e notti folli la rendono un luogo unico e bellissimo.

La sua capitale, L’Avana, è il centro della vita dell’isola, adatta per tutti i gusti turistici: la HabanaVieja, testimonianza del periodo coloniale, è ricca di musei, chiese e gallerie d’arte, continuamente restaurate e straripanti di monumenti, le spiagge, come Playas del Este, sono meravigliose come tutte le spiagge dei Caraiba, ma sicuramente meno affollate.

Ma è la notte che L’Avana prende vita e si popola di persone che ballano al ritmo di rumba. Ad ogni angolo della città si trovano night club, caffè e bar, molti dei quali famosi per gli artisti che vi trascorrevano il loro tempo durante i soggiorni in questo paradiso.

Come il Bar Dos Hermanos, in cui si riposava Federico García Lorca, antico caffè che ancora mantiene il suo arredamento in legno, aperto tutto il giorno e la notte. Oppure El Floridita e La Bogeduita del Medio, i locali resi celebri dalle bevute di Ernest Hemingway.