Le rive del Bosforo, ai confini orientali del Mediterraneo, formano un luogo quasi mistico in cui Asia e Europa si incontrano, dando libero sfogo a intrecci culturali che non si verificano in nessuna altra parte del mondo. Greci, bulgari, arabi e turchi si incontrano e generano una cultura autoctona che non appartiene a nessuna dei 4 popoli che la formano ma a una creatura ibrida e affascinante. Per questa ragione Istanbul, ex capitale dell’Impero Bizantino e dell’Impero Ottomano, è considerata una meta ideale per il ponte del 1 maggio, che quest’anno regalerà ben 4 giorni (per info su offerte Istanbul cliccate qui).

L’Hotel Kuran, 3 stelle dallo stile bizantino e raffinato, offre la possibilità di passare 3 notti incantevoli a soli 412,00 euro a persona, colazione inclusa. Per chi non ha ancora mai visto Istanbul è senza dubbio un’ottima opportunità per perdersi nell’ambiente classicheggiante e raffinato che circonda e traspare dalla città  (per info su Istanbul cliccate qui).

Di notevole risonanza storico-architettonica è la cattedrale di Santa Sofia, fatta edificare dall’Imperatore Giustiniano, fu per secoli la maggiore chiesa della cristianità, ed è oggi un museo che testimonia la grandezza dell’Impero Bizantino. Accanto alla cattedrale c’è il famoso Ippodromo, più maesotoso del Circo Massimo di Roma e testimone della grandezza di una capitale che aveva in essere il divenire più grande e maestosa della stessa Urbe (per altre info su Istanbul cliccate qui).

Per gli amanti dell’arte islamica ci sarà invece delizia degli occhi ammirando e perdendosi nella splendida Mosche Blu, fatta erigere per volere del Sultano Ottomano Ahmet, e principale luogo di culto dell’Impero Islamico. Il suo nome deriva dalle maioliche  di Iznik che donano un riflesso azzurro cielo nella Moschea.

photo credit: ..ric.. via photopin cc