Palermo è una città affascinante, di grande importanza storica e culturale. Il capoluogo della Sicilia è infatti la città più araba d’Italia e tante sono le testimonianze del suo passato e delle numerose influenze a cui è stata esposta.
Il Palazzo dei Normanni (o Palazzo Reale) è una costruzione di origine araba; al suo interno è ospitata la splendida Cappella Palatina, testimonianza d’arte arabo-normanna, ricoperta interamente da mosaici dorati e preziosi intarsi.
Meravigliosa la Cattedrale dell’Assunta, risalente al XII secolo; nel corso dei secoli è stata prima tempio, poi moschea e infine Chiesa. Tra il 1100 e il 1200 è stata ristrutturata e ancor oggi presenta la forte impronta bizantina. Al suo interno sono custodite le tombe degli imperatori normanni e le reliquie di Santa Rosalia, patrona di Palermo.
Poco distante dalla città si trovano le catacombe dei frati cappuccini che conservano le spoglie mortali di religiosi e personaggi noti che, grazie al tasso di umidità presente all’interno, sono rimaste pressochè intatte e attirano ogni anno migliaia di turisti, affascinati da questo luogo macabro e suggestivo.
Il Parco della Favorita è il polmone verde di Palermo: voluto da Ferdianando III di Borbone nel 1799, si estende su 1020 ettari e fa parte della Riserva Naturale Orientata Regionale “Monte Pellegrino”.
In vacanza a Palermo, una tappa “obbligatoria” è quella ai meracti Ballarò e Vucciria, caratterizzati da colori e profumi tipici che riportano alla mente una città antica che racchiude un fascino ineguagliabile, senza tempo.

photo credit: lorca56 via photopin cc