Sono davvero tanti i casi in cui, una persona comune al pari di noi, dopo esser partita in viaggio per una destinazione dalla quale (è proprio il caso di dirlo) è stata “rapita”, poi non è più tornata al luogo di nascita o provenienza.

Tutti coloro che sono riusciti ad innalzare i propri reali valori di vita, trovandoli attraverso un viaggio in una terra straniera, per poi scegliere di rimanerci a vivere in maniera stabile, hanno potuto realizzare l’ideale altissimo, celato da una semplice iniziativa turistica.

È il caso di una ragazza che ha affrontato un viaggio di piacere e di avventura in Kenya, e che da oltre tre decenni è rimasta a vivere in questo stato dell’ Africa, facendo propria la lingua, la cultura, ed i ritmi lavorativi kenioti.

Ma si può prendere ad esempio anche la decisione, operata a priori, di un artigiano di gioielli veneto che, giunto all’età pensionabile, ha dato una svolta sostanziale alla sua esistenza: Consapevole di un desiderio che l’aveva rincorso durante una tutta una vita, interamente spesa all’interno di un piccolo laboratorio orafo, e che invece lo proiettava all’aria aperta ed in riva al mare, ha lasciato la sua attività, mettendola completamente nelle mani di suo figlio e si è trasferito su una piccola isola del Madagascar.