Il periodo di Pasqua è perfetto per visitare una città come Parigi. Le giornate si allungano, abbiamo più ore di sole da poter sfruttare per rimanere in giro e la natura comincia a rinascere, colorando ogni via. Se avete a disposizione solo due giorni per visitare questa città magnifica vi consigliamo cosa fare e cosa non potete assolutamente perdervi.

Due giorni a Parigi a Pasqua: cosa fare

La città dell’amore per eccellenza, infatti, è ricca di attrazioni da scoprire e ha un fascino senza tempo che vi catturerà: il vostro tour potrebbe iniziare con una rilassante passeggiata lungo la Senna per farvi un’idea del luogo in cui vi trovate e delle dimensioni di questa poliedrica città. Dopo potrete spostarvi verso il cuore pulsante della spiritualità parigina: Notre Dame. Qui, dopo un attimo di raccoglimento, il vostro itinerario può ripartire alla volta di un altro luogo rilassante e che mantenga in voi la quiete trovata nella grande cattedrale: il Louvre.

Questo museo è senza dubbio il più famoso al mondo, nonchè uno dei più grandi. Visitarlo interamente e accuratamente in una giornata è praticamente impossibile, ma potete sicuramente vedere almeno alcune delle opere più importanti come quelle di Michelangelo, Raffaello e la Monnalisa di Leonardo Da Vinci. Ma non solo: anche Amore e Psiche di Antonio Canova, La zattera della Medusa di Théodore Géricault, La Libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix sono custodite in questo splendido museo.

Il secondo giorno di permanenza a Parigi potete dedicarlo a vedere la Tour Eiffel: realizzata per l’esposizione universale del 1889 è il simbolo della città e, ovviamente, non potete partire senza averla vista. A pochi passi da lì potete raggiungere l’Arc de Triomphe e les Champs Elisée uno dei più maestosi viali di Parigi dove respirare un’aria senza tempo fatta di arte e cultura.

In ultimo, potete scoprire la bellezza selvaggia e un po’ “birichina” di Montmartre, il quartiere dedicato agli artisti e dove l’estro è padrone indiscusso di ogni scorcio. Da qui poi non potete non ammiare la basilica del Sacro Cuore, il monumento più bianco d’Europa grazie alla sua pietra calcarea che non trattiene lo smog e sembra quasi brillare.

Parigi è insomma una città dalle mille scoperte e pronta a poter realizzare ogni desiderio dei turisti che scelgono di trascorrere qui qualche giorno di vacanza. Arte, relax, divertimento…la Ville Lumière è una destinazione straordinaria per le vostre vacanze di Pasqua.