Durante le vacanze di Pasqua molti avranno a disposizione qualche giorno di ferie da trascorrere a casa con i parenti e gli amici, oppure lontani dalla routine quotidiana, in una gita o un regalandosi weekend in Italia o all’estero. Se decidete di non allontanarvi troppo, ovviamente l’Italia è ricca di città meravigliose da visitare e scoprire, proprio come Verona.

Città d’arte, di cultura e soprattutto d’amore per via della storia di Giulietta e Romeo, tragedia teatrale di Shakespeare ambientata proprio in questa città. Se scegliete di trascorrere qui la vostra Pasqua sappiate che, prima di tornare a casa, dovete aver visto almeno alcune cose fondamentali di Verona. Ecco quali sono.

Pasqua a Verona: cosa vedere assolutamente

Cominciamo da un grande classico: non potete andare via da Verona senza aver visto il celebre balcone di Giulietta. Si trova in Via Cappello in quella che si chiama “Casa Torre” ed è identificata con l’immaginaria abitazione dei Capuleti. Affacciato su un delizioso cortile interno, il balcone di Giulietta spicca imponente, ma fragile allo stesso tempo. Proprio sotto al balcone è stata fatta realizzare dallo scultore Nereo Costantini, una statua in bronzo raffigurante Giulietta che tutti i ragazzi innamorati toccano per avere fortuna.

Girando poi per la città vi imbatterete in alcuni monumenti storici importanti come la Torre Scaligera della Catena che rappresenta l’ingresso simbolico alla città vecchia; il Ponte Scaligero, l’Arco dei Gavi e il Palazzo di Canossa. Siamo ormai nel cuore pulsante della Verona antica e non si può che procedere verso la Basilica di Santo Stefano o San Giorgio in Braida. Questo tour monumentale non può che finire con una visita al simbolo di Verona per eccellenza: l’Arena. Qui si respira un’aria antica e solenne, ravvivata spesso dai tanti concerti internazionali che si tengono al suo interno e che, in qualche modo, tengono vivo lo spirito dell’Arena di Verona.

Tra le bellezze citttadine che dovete assolutamente vedere prima di tornare a casa dopo la vostra vacanza di Pasqua, c’è poi anche il Giardino Giusti, dove fare una passeggiata nel verde e ammirare i suoi alberi millenari. Oppure, sempre per rigenerarsi e godere a pieno del clima primaverile, si può passeggiare nel cuore del Parco delle Mura o, vicino a Castelvecchio, ammirare la Vasca dell’Arsenale perfetta per rinfrescarsi dalla calura. In ultimo, per finire questo viaggio di Pasqua a Verona, si può ammirare la bellezza dei Giardini di Piazza Indipendenza, realizzatia fine Ottocento e affascinanti per via degli imponenti esemplari di Gingko Biloba.