Chi ama fare immersioni sa bene che le barriere coralline sono i luoghi più suggestivi da vedere. Un mondo sommerso, pieno di colori e meraviglie in cui si possono incontrare le più disparate specie animali e vegetali.

Luoghi magici e fragili allo stesso tempo, da vedere e da preservare. Lonely Planet, un’autorità in fatto di informazioni per i viaggiatori di ogni tipo, ha selezionato le più belle del mondo. Vediamo quali sono.

Si parte dalla Grande Barriera Corallina dell’Australia, parco marino decretato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, che si estende per circa 2300 km di fondali in cui si possono ammirare 400 tipi di coralli, 1500 specie di pesci e 400 varietà di molluschi.

Si arriva poi alle Bahamas, con le barriere coralline di Andros, 225 chilometri che culminano con le grotte della Foresta Pietrificata.

Dall’Oceano Atlantico all’Oceano Pacifico, in Nuova Caledonia – 1300 chilometri di barriere coralline intorno all’Isola di Grand Terre – e in Papua, nel triangolo dei coralli, luogo dove convergono i sistemi corallini di Indonesia, Filippine e Australia settentrionale.

Ma i coralli non vivono solo in queste splendide acque esotiche. Per chi volesse vivere un’esperienza estrema ci sono le Røst Reef, in Norvegia, all’interno del Circolo Polare Artico che, con i suoi 120 chilometri, è la più grande barriera corallina in acque fredde del mondo.