Il Ponte del 2 Giugno ci permette, in modo molto allettante, di partire per un paio di giorni. Lisbona potrebbe essere la destinazione ideale da raggiunge in questa occasione. Città poliedrica, ricca di storia, natura, cultura e musica, il tutto a prezzi veramente low cost. Potete andare alla scoperta dei quartieri della città dal Barrio Alto fino alla Baixa e qui potrete conoscere la vera identità dei portoghesi. Ecco allora cosa vedere e cosa fare a Lisbona in occasione del Ponte del 2 giugno.

Cosa vedere a Lisbona nel Ponte del 2 giugno 2017

Cominiciamo dal quartiere della Baixa, il cuore della città di Lisbona. Dopo il terremoto del 1755 tutta l’area ha trovato nuova vita e, oggi, è simbolo di speranza e rinascita: tantissime strade sono state dedicate solo ai pedoni con tanti bar e ristoranti per rendere il centro di Lisbona molto a misura d’uomo. Da ammirare sono la Praca do Rossio con il suo caratteristico pavimento bianco e nero e la Praca do Commercio. Da qui, dal cuore pulsante e umile della città, ci si sposta verso il Barrio Alto che, da sempre è stato considerato luogo da gente ricca e benestante. Oggi le cose sono un po’ cambiate e qui potrete trovare dimore di artisti, musicisti, librerie vintage… è il quartiere del divertimento della sera con tanti locali che fanno musica jazz.

Se siete poi amanti di Pessoa, scrittore e poeta portoghese, non potete non visitare il Chiado uno dei suoi quartieri preferiti. Oggi è animato da negozi, librerie e teatri, ma per ritrovare la poesia di Pessoa potete andare al Caffè A Brasileira dove potrete anche ammirare una copia in bronzo del poeta seduto al tavolino. Ultimo quartiere imperdibile è Belém, sulle sponde del Tago e da qui le navi partivano in cerca di ricchezze e terre da conquistare. Una volta qui potrete ammirare la Torre di Belem e il Monastero dei Jeronimos, il più importante tra tutti i monumenti di Lisbona. Realizzato nel 1505 è stato ideato per celebrare il ritorno di Vasco De Gama che aveva scoperto la rotta per l’India. Oggi è Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Nel chiostro del monastero poi potrete trovare anche la tomba di Fernando Pessoa.

Una volta scoperti tutti i quartieri di Lisbona concedetevi un po’ di riposo dai faticosi tour in salita e in discesa facendo un giro nei famosi tram di Lisbona che raggiungono anche i punti più ripidi della città e vi permetteranno di capire veramente come  si vive a Lisbona. Il consiglio è salire sulla linea turistica 28. In ultimo arrivate fino al Miradouro de Santa Luzia, nei pressi del Castello de Sao Jorge e ammirate la città di Lisbona dall’alto: è uno spettacolo unico.