Il primo viaggio a Londra è qualcosa di indimenticabile, un’esperienza unica che non vorresti far altro che ripetere e ripetere mille altre volte. Una città che non solo offre ai suoi visitatori musei, palazzi, chiese e quartieri pittoreschi ma che si differenzia da tutte le altre per l’atmosfera che fa respirare, per quella sensazione di pienezza e di condivisione che si prova nel passeggiare tra le bancarelle di Portobello Road durante il mercatino del sabato e nel vedere negli occhi di tutti i turisti quello stupore e quella voglia di non fare più ritorno perché già sanno che Londra gli mancherà davvero.

Un weekend è forse troppo poco per riuscire a godere di tutte le meraviglie di Londra, ma è sufficiente per innamorarsene e ripromettersi di tornare il più presto possibile, per riprendere da dove si è interrotto il tour della metropoli europea più sorprendente di tutte.

Consigli prima della partenza

Se è la prima volta che, come me, organizzate un viaggio a Londra, tenete ben presente due cose: il meteo è davvero imprevedibile e le code sono la cosa che più vi farà perdere tempo durante i vostri tre giorni di vacanza. Per aggirare il primo ostacolo il mio suggerimento è quello di mettere in valigia una media accettabile di abiti sia leggeri che pesanti in modo da poter sfruttare la tecnica degli “strati” per affrontare qualsiasi tipo di condizione meteorologica. Non dimenticate una felpa con cappuccio o un k-way per poter camminare comodamente senza preoccuparvi degli ombrelli che potrebbero però tornarvi utili in caso, molto probabile, di pioggia improvvisa. Secondo consiglio, invece, riguarda la prenotazione anticipata di alcune attrazioni. Chiariamoci, in tre giorni sarà impossibile riuscire a visitare ogni angolo di Londra, ma se si parte con la consapevolezza di non poter rinunciare a un giro sul London Eye o a una capatina al Museo delle cere di Madame Tussaud non fatevi trovare impreparati e, per evitare di buttar via ore in coda, prenotate il vostro biglietto sui siti internet ufficiali o partner delle attrazioni. Così facendo non solo scoprirete quanto comoda e veloce sia questa tattica, ma risparmierete anche denaro grazie alle offerte 2×1 o multi-ingresso messe a disposizione per alcune promozioni temporanee.

Cosa vedere in 3 giorni a Londra

Se ben organizzati, tre giorni possono essere sufficienti per godere sia della parte culturale di Londra, sia dei suoi angoli più pop e delle piccole chicche che la metropoli britannica conserva nei suoi confini. Un viaggio di piacere deve sì essere dedicato alla scoperta della città, ma anche un po’ di svago è indispensabile, per cui non dimenticate di bilanciare le giornate inserendo nel vostro tour sia momenti dedicati alla visita di luoghi di interesse storico, culturale e artistico, sia momenti unicamente incentrati sui vostri interessi e le vostre passioni come il cinema, il teatro, la musica o le serie tv. Per facilitare la scelta ecco alcuni suggerimenti per inserire nella vostra “travel wish list” tutti i luoghi da vedere nel vostro weekend a Londra.

Luoghi di interesse culturale

  1. British Museum: il museo più antico di Londra, situato in Great Russell Street, è un vero e proprio scrigno che custodisce circa otto milioni di oggetti che testimoniano la storia e la cultura materiale dell’umanità, dalle origini ad oggi. Un luogo davvero magnifico, perfetto, come tutti gli altri musei come il Tate Britain, la National Gallery o il museo di storia naturale, da visitare nei giorni di pioggia per non perdere nemmeno un istante della vostra vacanza.
  2. Buckingham Palace: situato nel centro di Londra, Buckingham Palace è la residenza ufficiale della Regina Elisabetta, sovrana del Regno Unito. Il palazzo rappresenta il luogo di riferimento per numerose cerimonie pubbliche, visitato da milioni di turisti ogni anno che nell’ora di punta si fermano a guardare il momento più atteso della giornata, il cambio della Guardia.
  3. Westminster Cathedral: non molto distante da Buckingham Palace potrete trovare Westminster Cathedral. La chiesa madre dell’arcidiocesi di Westminster è ubicata in Ashley Place, poco distante dalla stazione Victoria, a Westminster. Edificio in stile neoromanico, con numerosi richiami all’arte bizantina, la Westminster Cathedral si caratterizza per le cupole orientaleggianti, per il colore rosso vivo dei mattoni visibili già nella facciata e per l’alta torre campanaria che tocca gli 87 metri di altezza, intitolata a sant’Edoardo.
  4. London Eye: da qui potrete seguire il vostro tour arrivando al London Eye, la ruota panoramica più alta d’Europa situata sulla riva sud del Tamigi tra il Ponte di Westminster e l’Hungerford Bridge. Dalla ruota potrete vedere interamente Londra dall’alto, godendo di un panorama mozzafiato che andrebbe davvero visto almeno una volta nella vita, meglio ancora se al tramonto.
  5. Big Ben e House of Parliament: splendido con la pioggia ma indimenticabile e abbagliante con il sole, questo complesso è uno degli scorci più belli di tutta Londra. Lo sappiamo: Big Ben, originariamente, è il nome della campana più grande dell’orologio della torre all’angolo nord-est del palazzo di Westminster, conosciuto anche come House of Parliament. Per tradizione, però, il termine si è esteso anche all’orologio e all’intera torre in stile neo-gotico, alta 96 metri, che suona ogni quarto d’ora, ogni mezz’ora e ogni ora.
  6. Tower Bridge: da togliere il fiato è anche la visione del Tower Bridge, il ponte mobile di Londra situato sul Tamigi. Il costo della visita all’interno è di £9 e l’ingresso vi permetterà non solo di scoprire e conoscere la storia della costruzione della struttura ma anche di attraversarla interamente nel piano superiore, dove un tratto di pavimento è formato da una passerella di vetro sulla quale i turisti si fermano a guardare il traffico incessante che scorre sotto i loro piedi.

Luoghi legati al cinema, alla letteratura e alle serie tv

  1. Il binario 9 e ¾: sito nella stazione ferroviaria di King’s Cross a Euston Road, il binario 9 e ¾ è una fedelissima riproduzione del set sul quale è stata girata la scena del famosissimo primo capitolo di Harry Potter in cui il mago attraversa il muro di pietra con il suo carrello, i suoi bagagli e la sua civetta, per correre a prendere il treno che lo condurrà a Hogwarts. Durante il giorno troverete i commessi del negozio interamente dedicato a Harry Potter che vi forniranno tutto il necessario per trasformarvi in veri e propri allievi della scuola di magia e stregoneria, tra cui animali di peluche, sciarpe di tutte le case, da Grifondoro a Serpeverde, e bacchette magiche.
  2. Il portone blu di Notting Hill: per tutti coloro che hanno amato la love story tra William Thacker e Anna Scott, una visita alla casa del protagonista è davvero immancabile. Situata a Notting Hill, più precisamente al 280 Westbourne Park Road, sull’angolo opposto al Coffee Republic di Portobello Road, la casa dal portone blu è ancora oggi luogo di ritrovo per tantissimi turisti che si fermano davanti all’ingresso dell’abitazione per scattarsi una foto ricordo.
  3. Il negozio di libri The Travel Book Shop: sempre in tema Notthing Hill non potete non fare una veloce capatina al negozio di libri gestito nel film da Hugh Grant. Il The Travel Book Co. si trova al 142 Portobello Road, trasformato oggi nel negozio “Notting Hill”. La libreria di William Thacker, in realtà, è stata ricreata utilizzando l’immagine del The Travel Bookshop, vero negozietto situato a circa 200 metri a nord, al 13 di Blenheim Cresent.
  4. La casa di Sherlock Holmes a Baker Street: uno dei simboli di Londra è il celeberrimo investigatore Sherlock Holmes, personaggio dalla spiccata intelligenza che nei libri di Sir Arthur Conan Doyle è riuscito a risolvere i più misteriosi e intricati casi polizieschi della Londra del XIX secolo. Una delle mete preferite dai visitatori è infatti  il Museo di Sherlock Holmes, situato in Baker Street in un edificio del 1815 simile all’appartamento letterario di Holmes che riporta attualmente nel suo ingresso il numero 221B, nonostante il civico reale sia il 239.
  5. Il set di Sherlock (BBC): ebbene sì, oltre alla casa ufficiale di Sherlock Holmes si può visitare anche il portone della casa utilizzata per le riprese della celebre serie tv dedicata a Sherlock. Ubicata al 187 di North Gower Street, la dimora dell’investigatore interpretato da Benedict Cumberbatch è una delle tante chicche di Londra, visitata da numerosi turisti appassionati della serie tv che si recano alla porta che affianca lo Speedy’s Sandwich Bar & Cafè per scattarsi una foto da pubblicare sui social e avere un piccolo ricordo televisivo della propria esperienza a London City.

Shopping e svago a Londra

    1. Portobello Road: un viale pittoresco e caratteristico che nel weekend raccoglie turisti e abitanti unendoli tra le meravigliose bancarelle che offrono merce di ogni tipo. Dagli stand dedicati al cibo da strada a quelli che vendono bambole e giocattoli, per passare ai venditori di vecchi vinili e giradischi ai commercianti di libri antichi dei quali si può ancora oggi sentire l’odore delle pagine.
    2. Camden Town: se siete alla ricerca di un luogo davvero unico, Camden Town è quello che fa per voi. Un vero e proprio quartiere, una porzione di città che offre negozi di ogni tipo, da quelli di souvenir a quelli di costumi e maschere, da quelli di cibo e bevande a quelli di indumenti per rocker e metallari. Ogni edificio è decorato con strepitosi murales e elementi di street art che conferiscono a Camden Town un’aria pop e alla moda, capace di attrarre una notevole quantità di turisti soprattutto nel weekend, giorni in cui spesso viene anche allestito un piccolo angolo dedicato allo street food.
    3. Harrods: il più famoso centro commerciale di Londra, i grandi magazzini di lusso più citati di sempre e il luogo in cui tutte le ragazze vorrebbero andare almeno una volta durante un viaggio a Londra.
    4. Una passeggiata al parco: altra strepitosa caratteristica di Londra è quella di essere davvero ricca di parchi, zone verdi inserite nel centro città animate tutto il giorno da migliaia di persone. Oltre al più famoso di tutti, Hyde Park, la metropoli nasconde un’altra perla, St James’s Park, circondato da tre palazzi reali e situato vicino a Horse Guards Parade e The Mall. Al suo interno è possibile passeggiare costeggiando il lago che ospita i pellicani del parco e, se vi presenterete muniti di noccioline a sufficienza, potrete dar da mangiare ai tantissimi scoiattoli che si nascondono tra gli alberi e che, impavidi e affamati, non si fanno alcun problema ad avvicinarsi, in cerca di cibo, ai visitatori del parco.
    5. Una serata a teatro: uno degli svaghi più classici e apprezzati è il teatro, luogo di ritrovo tra amici di ogni età, perfetto per una serata in famiglia o con la propria metà. Andare a teatro per i londinesi è un vero e proprio rito, una tradizione irrinunciabile come per noi potrebbe essere una serata al cinema per vedere l’ultimo blockbuster. Potrete trovare davvero il genere che fa per voi, l’attore che avreste voluto vedere da sempre o lo spettacolo di cui tanto avevate sentito parlare. In più, comprare i biglietti è comodissimo: ogni angolo della città è infatti fornito di comodissimi botteghini atti alla vendita degli ingressi per tutti i teatri della città.

Dove alloggiare

Nell’organizzazione di un viaggio come questo è utile prenotare con anticipo un albergo in cui alloggiare e potersi riposare dopo le fatiche del giorno in attesa di riprendere l’indomani l’incredibile viaggio per le vie di Londra. Il consiglio è quello di fare una piccola ricerca su internet, magari su siti come Booking.com come ho fatto io, per trovare la soluzione che più si addice alle vostre esigenze di viaggio, perché portali come Booking sono in grado di offrire le accomodation più disparate, dagli hotel più tradizionali agli alloggi più unici e originali, proprio come nel mio caso. Io, lo ammetto, ho voluto esagerare e concedermi una vacanza “epica”. Essendo la prima volta che andavo a Londra mi sono detta “perché non togliermi lo sfizio di concedermi un piccolo lusso e vivere un’esperienza diversa dal solito?”. E così ho prenotato due notti presso uno degli alloggi più particolari di Londra, il Sunborn London, un vero e proprio yacht ancorato sulle rive del Tamigi situato nella zona di Royal Victoria Dock, Western Gateway. Un luogo lussuoso e unico per soggiornare, dove il personale, cortese e preparato, ha saputo offrirmi tutte le indicazioni di cui avevo bisogno al mio arrivo, accogliendomi in modo caloroso sia alla reception che con un piccolo omaggio in camera. Il servizio in camera, disponibile 24 ore su 24, ha saputo salvarmi vita e stomaco dopo una serata trascorsa a teatro e terminata dopo l’orario di chiusura dei ristoranti in zona e i dipendenti della struttura sono sempre stati pronti a fornirmi ogni tipo di supporto io avessi bisogno.

Per vedere tutte le foto più belle del mio viaggio cliccate qui.