Il detto dice “Parigi val bene una messa“. E non solo, aggiungiamo. La città sulla Senna, cuore pulsante della Francia, polo culturale, artistico e architettonico di rilievo, ospita numerose attrazioni di una bellezza rara e unica al mondo come la Reggia di Versailles. Considerata uno dei capolavori dell’arte francese del diciassettesimo secolo, divenne il palazzo che tutti noi conosciamo durante la dinastia del Re Sole che vi trasferì la corte nel 1682. Dopo la Rivoluzione Francese venne trasformata in museo con tantissime opere che raccontano la storia della Francia.

Cosa vedere alla Reggia di Versailles

La bellezza di questa Reggia si respira ad ogni angolo, anche se ci sono degli scorci, degli angoli e delle sale che, più delle altre meritano un’attenzione particolare. Fra queste, ad esempio, spicca la Galleria degli Specchi, un tempo chiamata Grande Galleria, che, come si capisce dal nome, è caratterizzata da molti specchi e, un tempo era luogo di passaggio e attesa; raramente veniva usato per cerimonie o feste.  Ai duo poli opposti della Galleria troviamo il Salone della Pace e il Salone della Guerra e da qui la visita può proseguire verso gli appartamenti del Re e della Regina, entrambi bellissimi e, ovviamente, ricchi di sfarzo e lusso estremo.

Altre cose de vedere a Versailles sono il Grande e il Piccolo Trianon. Il Grande era una dependance della Reggia voluta dal Re Sole e realizzata dall’architetto Hardouin Mansart nel 1687. Il Piccolo Trianon era invece il luogo preferito da Maria Antonietta: qui poteva vivere attimi di vita semplice, lontani dai fasti e dalla crudeltà dell’etichetta con le sue regole rigidissime.

All’esterno troviamo invece i giardini: un parco vero e proprio che si estende dietro la reggia ed è tra le attrazioni più interessanti di Versailles. Qui troviamo aiuole finemente curate, fontane e sculture che arricchiscono il paesaggio, senza contare che il Re Sole volle realizzare anche un Canale nei suoi giardini dove far navigare delle imbarcazioni.