In ogni città esistono leggende e testimonianze, vere o inventate, che parlano di fantasmi e strane presenze che infestano case, palazzi o teatri.

E quale città potrebbe essere la più indicata per un viaggio nel brivido se non Roma?

A Roma non ci sono luoghi in cui non sia stato avvistato almeno una volta una strana presenza. Vediamo quali sono i luoghi più famosi e in cui c’è maggiore probabilità, per chi ci crede, di fare un incontro particolare.

A Piazza Navona sembra che, nelle ore serali, si aggiri lo spettro di Olimpia Pamphili sulla sua carrozza trainata da cavalli neri, divertendosi a spaventare i passanti con le sue risate.

Continuando a camminare nel centro di Roma si arriva fino al Pantheon, enorme monumento che risale all’epoca precristiana. Qui sono sepolti Raffaello Sanzio e di alcuni dei reali italiani. Qui, più di un testimone racconta di aver visto il fantasma di Umberto I, che riposa qui dopo che fu assassinato a Monza. Il suo fantasma sarebbe stato visto anche da alcuni dei carabinieri di guardia.

Un altro luogo famoso in cui si verificano strani fenomeni è il Muro Torto, un antico muro che fa da confine a Villa Borghese. Nella zona sottostante venivano sepolti ladri, prostitute e vagabondi, che però sembra che ancora non abbiano trovato pace. Soprattutto i fantasmi di Targhini e Montanari, due carbonari che vennero decapitati e poi sepolti qui al Muro Torto. Per chi ha l’ardire di passare di qui durante la notte, farà bene a portarsi un blocchetto degli appunti: più di una persona ha testimoniato di aver incontrato i due con le rispettive teste in mano e di aver ricevuto da loro i numeri da giocare al Lotto.