Rovigno è una località marittima croata situata nella regione istriana e quindi legata alla storia di Venezia.

Dal suo promontorio lo sguardo si perde nell’orizzonte blu cobalto, per poi attraversare la gincana dei viottoli stretti e ripidi, perimetrati dalle facciate degli edifici barocchi di influenza veneziana.La cittadina, che in lingua slava si pronuncia Rovinj, è colorata dagli intonaci pastello dei palazzi settecenteschi, che evocano senza indecisione il dominio della Repubblica di Venezia.

Ad ogni modo questo grazioso e raffinato centro della Croazia ricco di storia, negli ultimi anni ha reagito alla spinta del turismo con buoni investimenti nel settore.

I numerosi visitatori, attratti da questa splendida località hanno stimolato l’iniziativa dei suoi abitanti ed oggi il suo centro storico, edificato su una piccola isola fatta di rocce, congiunto al litorale istriano nella seconda metà del millesettecento, hanno riadattato i suoi locali per aprire caffetterie e attività adatte allo svago turistico, come osterie e ristoranti dall’atmosfera intima e marinara.

Le sue strade sono poi animate dai banchi di mercatini all’aperto dove si possono acquistare manufatti tradizionali e cibi tipici della zona.

La porta di Rovigno è una struttura architettonica edificata dalla potente famiglia veneziana dei Balbi, come è evidenziato dallo stemma in bassorilievo e risale alla seconda metà del diciassettesimo secolo.