La Ryanair ha intentato una causa contro eDreams e Google per pubblicità ingannevole portando le due compagnie davanti all’Alta Corte di Giustizia della Repubblica d’Irlanda. La compagnia aerea low cost irlandese accusa il motore di ricerca di voli convenienti spagnolo di mostrare annunci ingannevoli e offerte inesistenti, pubblicità riconducibili alla Ryanair che ne minano la credibilità.

Ryanair ha chiesto a Google di oscurare le pubblicità ingannevoli di eDreams per tutelare i viaggiatori, attirati da offerte commerciali convenienti che sono soltanto un miraggio. La compagnia aerea ha riferito di aver ricevuto migliaia di proteste da parte dei clienti e accusa il colosso informatico californiano di confondere gli utenti e violare il codice etico.

L’amministratore delegato di Ryanair Michael O’Leary ha spiegato che la compagnia ha deciso di portare Google in tribunale in Irlanda dopo aver inviato invano delle email ai vertici dell’azienda. Messaggi in cui la Ryanair chiedeva a Google di intervenire per bloccare gli annunci ingannevoli e che sono stati ignorati.

Google ha il diritto di vendere annunci agli inserzionisti, ma deve verificare che queste pubblicità siano oneste e trasparenti.

Secondo O’Leary eDreams sta sfruttando il brand della compagnia aerea per sponsorizzare i suoi servizi, utilizzando url che contengono il termine Ryanair e pagine web che ricordano il sito ufficiale. Non a caso da un sondaggio condotto dalla compagnia aerea è emerso che ben l’82% dei viaggiatori è convinto che eDreams sia un sito ufficiale della Ryanair.

Inoltre gli utenti che prenotano su eDreams secondo O’Leary vanno incontro spesso a diversi disagi. Oltre a dover pagare costi aggiuntivi per i biglietti aerei i passeggeri sperimentano contrattempi a causa delle informazioni di contatto mancanti in fase di registrazione, di bagagli supplementari e passeggeri non riconosciuti dal sistema di prenotazione al momento dell’imbarco.

In Germania la compagnia aerea irlandese ha già vinto la causa contro eDreams, ottenendo la rimozione del termine Ryanair dal dominio tedesco del sito di viaggi. La compagnia intende intentare cause simili anche in Gran Bretagna, in Italia e in Spagna. Secondo eDreams la Ryanair con questa mossa sta soltanto cercando di boicottare il sito di viaggi che consente ai viaggiatori di prenotare i voli più convenienti. Google invece al momento non ha ancora rilasciato dichiarazioni in merito alla causa intentata dalla Ryanair.