Sono entrati nel mirino della compagnia low cost irlandese Ryanair i voli per gli Stati Uniti, meta senza dubbio ambiziosa per una compagnia nata per i voli in Europa a basso costo e che adesso vorrebbe lanciarsi sulle traversate oceaniche.

Essenziale sarà, per garantire i voli Ryanair per New York, l’acquisto di una flotta di aerei che possano compiere voli ad ampio raggio e non solo a corto. Ad annunciare la svolta che sembra essere epocale è l’amministratore delegato della compagnia aerea Michael ÒLeary, che ha anche aggiunto che il desiderio non è solo quello di aprire la tratta Europa New York ma addirittura di renderla low cost (per info su offerte Ryanair cliccate qui).

La base di partenza per un volo Ryanair per New York o Boston sarà di 10 euro, più naturalmente le tasse aeroportuali. I posti dovranno essere prenotati e numerati e i bagagli pagati a parte. Orientativamente, spese aggiuntive incluse, i voli dovrebbero costare sui 180,00- 200,00 euro. Naturalmente più bagagli si portano più il prezzo è destinato a salire (per info su bagagli Ryanair cliccate qui).

L’amministratore delegato ÒLeary, che dovrebbero realizzarsi in 5 anni, preannuncia ben 14 aeroporti europei per gli Stati Uniti, in modo da poter garantire il servizio di trasporto per gli USA in quasi tutta Europa. Naturalmente, come si può ben capire, il risparmio è garantito, in quanto una traversata dell’Atlantico costerà in media la metà di quanto costa ora, garantendo veramente a tutti di poter raggiungere le sponde USA (per altre info Ryanair cliccate qui).

photo credit: Neuwieser via photopin cc